La ministra: «Bene le modifiche sull’etichettatura dei vini»

«Ottimo il lavoro sull’olio d’oliva per circa gli interventi settoriali, prevedendo la possibilità di sostenere anche interventi a carattere strutturale. Occorre però rimuovere il limite del 5% del valore della produzione commercializzata, perché in questo settore la presenza delle Organizzazioni di produttori è estremamente limitata così come il ruolo nella fase di commercializzazione è marginale e non funzionale al raggiungimento degli obiettivi previsti».

Lo ha dichiarato la titolare del Mipaaf  Teresa Bellanova nel corso della discussione sulla Pac post 2020 in corso a Lussemburgo al Consiglio Europeo dei Ministri dell’Agricoltura e Pesca.

Quanto all’OCM Vino, Bellanova ha apprezzato le modifiche relative all’etichettatura dei vini.

Intervenendo sul regolamento orizzontale, Bellanova ha dunque apprezzato le modifiche introdotte e ha voluto ribadire l’importanza del sostegno alle piccole e medie imprese in particolare per il mantenimento della soglia in caso di applicazione della disciplina finanziaria: “segnale di attenzione dovuto”, ha evidenziato la Ministra.


Fonte: Mipaaf