Il parere favorevole alla proposta di legge regionale è stato dato a maggioranza; unanimità invece per l’integrazione della delibera del Consiglio regionale relativa al Praf 2012-15

ciatoscana_regione_sala-consiglio-regionaleVia libera a maggioranza, con i voti favorevoli del Pd e le astensioni di Forza Italia e Più Toscana, alla proposta di legge sul riordino delle funzioni provinciali e l’attuazione delle disposizioni nazionali su Città metropolitane, Province, Unioni e fusioni di Comuni, che hanno portato alla modifica delle leggi regionali di riferimento.

La commissione Agricoltura, presieduta da Loris Rossetti, Pd, ha espresso il parere secondario in via positiva chiedendo di integrare la proposta di legge con una fase transitoria, per quel che riguarda la forestazione, al fine di prevedere che le competenze rimangano in capo alle Province finché le Unioni di Comuni non saranno in grado di assumere il ruolo stabilito dalla legge. Da Aldo Morelli, Pd, è stata avanzata una proposta in tal senso ed essa è stata fatta propria dalla commissione.

Sulla necessità di effettuare una rimostranza nei confronti del Governo nazionale, per mettere mano alla normativa di riferimento, si è invece espresso Pier Paolo Tognocchi, Pd, che ha sottolineato l’importanza di far sapere ai cittadini che l’iniziativa legislativa della Regione è tesa a “rattoppare” una riforma nazionale malconcepita. Non dissimile è stata l’osservazione del vicepresidente della commissione, Claudio Marignani, Forza Italia, secondo cui la legge nazionale è inadeguata.

All’unanimità, senza dibattito, la commissione Agricoltura ha infine approvato l’integrazione della delibera del Consiglio regionale relativa al Praf 2012-15.


Fonte: Il Parlamento della Toscana