Vincolo a sindaci per destinare risorse a famiglie bisognose

Risorse ai Comuni in tempi brevi, anche per buoni spesa alle famiglie in difficoltà. Questo il succo dell’ultima conferenza stampa del premier Giuseppe Conte, a Palazzo Chigi insieme al ministro dell’Economia Roberto Gualtieri e al presidente dell’Anci Antonio Decaro.

Per far fronte all’emergenza Coronavirus “stiamo lavorando a provvedimenti per aiutare le persone. Abbiamo appena firmato un Dpcm che dispone 4,3 miliardi a valere sul Fondo di solidarietà dei Comuni”, ha annunciato Conte, e “con ordinanza della Protezione civile, aggiungiamo a questo fondo 400 milioni, un ulteriore anticipo che destiniamo ai comuni col vincolo di destinarlo alle persone che non hanno i soldi per fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari”.

“Confidiamo che i sindaci siano presto nelle condizioni, attraverso il terzo settore e il volontariato, di consegnare beni alimentari ai bisognosi. Non vogliamo lasciare nessuno solo -ha continuato Conte-. Siamo tutti sulla stessa barca e dobbiamo aiutare chi in questo momento è in maggiore difficoltà”.

La distribuzione di queste risorse e di alimenti “sarà velocissima, già dai prossimi giorni”, ha aggiunto Decaro.

Un concetto ribadito anche dal ministro Gualtieri, secondo cui si tratta di un provvedimento “di rapidità senza precedenti” affinché “nessuno sia lasciato indietro”.