Contributi fino al 70% ai programmi nazionali

In arrivo un pacchetto aggiuntivo di misure eccezionali di sostegno per il settore vitivinicolo, a seguito della crisi del Coronavirus e delle conseguenze per il settore.

Il settore vitivinicolo è uno dei settori agroalimentari colpiti più duramente, a causa dei rapidi cambiamenti nella domanda e della chiusura di bar e ristoranti in tutta l’Ue, che non è stata compensata dal consumo interno.

Janusz Wojciechowski, Commissario per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale, ha dichiarato: “Il settore vitivinicolo è stato uno dei settori colpiti più duramente dalla crisi del coronavirus e dalle conseguenti misure di confinamento adottate in tutta l’Ue. Il primo pacchetto di misure specifiche per il mercato adottato dalla Commissione ha già apportato un sostegno notevoleTuttavia le incertezze legate alla portata della crisi a livello dell’Ue e mondiale e l’attento monitoraggio dei mercati ci hanno indotto a proporre un nuovo pacchetto di misure per il settore vitivinicolo. Sono certo che le misure porteranno rapidamente risultati concreti e stabilità per il settore vitivinicolo dell’Ue.”

Le nuove misure includono l’autorizzazione temporanea per gli operatori di organizzare autonomamente misure di mercatol’aumento dal 50% al 70% del contributo dell’Unione europea ai programmi nazionali di sostegno al settore vitivinicolo e ortofrutticolo e l’introduzione di pagamenti anticipati per la distillazione e l’ammasso in caso di crisi. Gli anticipi possono coprire fino al 100 % dei costi e consentiranno agli Stati membri di utilizzare appieno i fondi dei rispettivi programmi nazionali di sostegno per quest’anno.


Fonte: Cia nazionale