Dichiarazione congiunta GEOPA-COPA e EFFAT. Assicurare condizioni di impiego sane, sicure, dignitose

Garantire ai lavoratori stagionali del settore agricolo europeo di poter attraversare le frontiere e di operare in condizioni di lavoro sane, sicure e dignitose. È il messaggio chiave della dichiarazione congiunta firmata dal Gruppo dei datori di lavoro delle Organizzazioni agricole professionali dell’Ue (GEOPA-COPA) e dalla Federazione europea dei sindacati nel settore alimentare, agricolo e turistico (EFFAT).

Nonostante l’emergenza Coronavirus, infatti, i settori essenziali per l’economia, tra cui il settore agricolo, devono continuare a funzionare – si legge nella dichiarazione – per assicurare che la catena alimentare europea funzioni correttamente a beneficio dei consumatori.

Per questo motivo, in molti paesi dell’Ue sono già state adottate misure per aumentare l’offerta di manodopera in agricoltura. Tuttavia, durante e dopo l’emergenza, ci sarà maggiore richiesta di lavoro nel settore, tanto più che la domanda tende sempre ad aumentare durante i mesi estivi, caratterizzati dalle grandi campagne di raccolta.

Nella dichiarazione, è specificato che i lavoratori stagionali dovrebbero avere la possibilità di lavorare in altri Stati membri, in cui non risiedono, se sono soddisfatti una serie di requisiti a tutela del lavoratore e della sua sicurezza sanitaria.

È pertanto necessario garantire che i lavoratori agricoli stagionali possano esercitare il diritto di circolare liberamente tra i Paesi dell’Unione, in linea con gli orientamenti già espressi dalla Commissione europea.


Fonte: Cia nazionale