«Il lavoro fatto in questi mesi ha dato i suoi frutti. L’agroalimentare italiano non compare nella lista dell’Ustr americana appena pubblicata dei prodotti soggetti a dazi. Abbiamo scongiurato il rischio che le nostre eccellenze subissero danni irreparabili», ha dichiarato il ministro all’agricoltura Teresa Bellanova.

«Nell’incontro avuto con il segretario all’agricoltura Usa Perdue il 30 gennaio scorso lo avevo ribadito a chiare lettere: tenere l’agroalimentare italiano fuori dalla vicenda Airbus – ha continuato Bellanova -. E avevo registrato condivisione e disponibilità».

«Oggi raccogliamo i risultati dell’impegno messo in campo e di un grande lavoro di squadra – ha concluso il ministro -. In Italia e in Europa. Il che ci conferma in quello che affermiamo da mesi: azione di sistema vuol dire anche capacità e autorevolezza in Europa e presidio costante dei tavoli europei».

Nella foto l’incontro con il sottosegretario Usa Sonny Perdue.