L’associazione annuncia presenza al MyPlant & Garden a fine febbraio

Nella Giornata mondiale dell’albero i Florovivaisti Italiani accolgono con grande favore l’emendamento del Governo nella manovra di bilancio che conferma il bonus verde con la detrazione del 36% per la cura di giardini e terrazzi. “Un importante strumento sul fronte dello sviluppo sostenibile e della valorizzazione del verde urbano”, spiega il presidente dell’associazione, Aldo Alberto.

In questa giornata, istituita dal ministero dell’Ambiente con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento e per valorizzare gli alberi in città, Aldo Alberto ribadisce l’importanza del verde urbano: “I boschi nelle città portano molteplici vantaggi, che vanno dalla riduzione del delta termico e delle polveri sottili al forte rallentamento delle acque piovane. Basta la chioma di un albero di 25 metri quadrati di superficie fogliare per produrre la quantità di ossigeno di cui un uomo ha bisogno ogni giorno, intercettando allo stesso tempo pulviscolo e altre sostanze dannose come l’anidride solforosa e il biossido di azoto”.

— PUBBLICITÀ —

L’associazione dei Florovivaisti Italiani coglie così l’occasione per riaffermare la  mission legata all’ambiente e annuncia uno stand alla fiera dedicata al green, MyPlant & Garden (26-28 febbraio, Milano). La presenza alla fiera sarà utile per trasmettere il valore del verde oltre l’aspetto meramente ornamentale e ribadire l’importanza delle infrastrutture green come funzionali alla vita e al benessere dell’uomo. Nel contesto di MyPlant & Garden, i Florovivaisti Italiani organizzeranno un talk show tra esperti del settore per divulgare i temi della sostenibilità ambientale, in partnership con importanti istituzioni scientifiche.

Il settore florovivaistico rappresenta in Italia il 5% della produzione agricola totale e si estende su una superficie di quasi 30mila ettari, contando 21mila aziende (100mila addetti), di cui 14mila coltivano fiori e piante in vaso e 7mila sono vivai. Il comparto vale circa 2,5 miliardi di euro, di cui il 55% va attribuito ai prodotti vivaistici (alberi e arbusti). In Europa, le aziende florovivaistiche contano un fatturato di oltre 20 miliardi di euro e l’Italia, vale il 15% della produzione comunitaria. Tra i maggiori produttori in Italia c’è la regione Liguria, seguita da Toscana, Campania e Sicilia.


Fonte: Cia nazionale