Il giorno 18 gennaio si è svolto un incontro tra il GAL MontagnAppennino ed Enrico Vacirca, referente della CIA per il Progetto Rurality.

Il GAL MontagnAppennino ha aderito al protocollo di intesa del Progetto Rurality – Recognition and validation of a cross competence in rural community development. Si tratta di un progetto Erasmus+ che ha l’obiettivo di sviluppare, riconoscere e convalidare competenze trasversali per un nuovo profilo professionale di “tecnico comunitario nello sviluppo agricolo in Horizon 2020”, attraverso lo sviluppo delle competenze di base e trasversali con metodi innovativi e lo sviluppo della FP (formazione professionale) sulla base di un lavoro di alta qualità.

Nell’ambito del progetto la Cia Toscana organizza incontri con gli Stakeholders del progetto per coinvolgerli nelle azioni progettuali, per condividere dati e metodologie importanti ai fini del progetto, per diffondere i risultati e promuovere la continuità delle attività, sviluppare azioni di informazione e sensibilizzazione relative alle tematiche del progetto e partecipare alle azioni pilota svolte da Rurality.

Presso la sede del GAL MontagnAppennino (Borgo a Mozzano) si è svolto un incontro a cui hanno partecipato Stefano Stranieri, direttore del GAL e Mirta Sutter, animatrice. A seguito dell’incontro il Presidente del GAL Pamela Giani ha siglato la convenzione con Cia Toscana per la collaborazione al Progetto.

Per maggiori informazioni sul progetto Rurality www.erasmusplusrurality.eu

Nella foto un momento dell’incontro con le animatrici del GAL.


Fonte: GAL MontagnAppennino