Il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Stefano Patuanelli ha partecipato oggi all’evento organizzato da Origin Italia, Qualivita e McDonald’s “Qualità italiana nei menu McDonald’s – I prodotti DOP e IGP nella linea My Selection” e che ha visto l’introduzione di nuovi ingredienti di eccellenza, grazie alla collaborazione dei consorzi di tutela Aceto Balsamico Igp, Asiago Dop, Cipolla Rossa di Tropea Igp, Mela Alto Adige e Montasio Dop.

Il Ministro Patuanelli, nel corso del suo intervento, ha sottolineato la validità di operazioni come quella portata avanti dal colosso del fast food americano in Italia e che possono favorire lo sviluppo del mercato nazionale, il potenziamento della dimensione internazionale delle nostre produzioni e contribuire a una corretta educazione alimentare, su cui il MiPAAF è impegnato concretamente da anni, contribuendo attivamente alla campagna europea per la scuola primaria “Frutta e Verdura nelle scuole” e “Latte nelle scuole” che prevede tra l’altro anche la distribuzione di prodotti locali, stagionali e a marchio DOP e IGP.

L’utilizzo dei prodotti DOP e IGP in ricette di largo consumo facilita infatti la conoscenza delle diverse tipicità italiane, promuove l’utilizzo di alimenti prodotti in chiave sostenibile, elemento di competitività e di distinzione delle nostre produzioni certificate e rappresenta un concreto esempio di valorizzazione economica e garanzia di mantenimento dei livelli produttivi delle produzioni tipiche.

“La valorizzazione dei prodotti DOP e IGP, la promozione delle filiere in chiave sostenibile, la necessità di far conoscere a un pubblico sempre più ampio le qualità delle eccellenze italiane è da tempo all’attenzione del Governo, che ha posto questi temi tra le proprie priorità”, ha commentato Stefano Patuanelli, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. “Progetti come quello di oggi rappresentano un traino importante per sostenere il comparto alimentare, affermare il made in Italy sui mercati globali e coinvolgere i consumatori, anche i più giovani, sempre più attenti alla qualità e alla territorialità dei prodotti. Ritengo che le azioni di informazione e promozione, su cui il MiPAAF è da sempre impegnato per aumentare la conoscenza e sostenere il consumo dei prodotti DOP e IGP, siano strumenti indispensabili per consentire al consumatore di compiere le proprie scelte di acquisto in maniera consapevole, tutelare i produttori agricoli e garantire ricadute positive sull’economia del territorio”.

La tutela del patrimonio agroalimentare nazionale è da sempre al centro dell’attività del MiPAAF, come confermano anche gli ultimi provvedimenti approvati, a partire dal decreto di marzo che stanzia 25 milioni di euro, a valere sul Fondo filiere, per la promozione sul territorio nazionale dei vini DOP e IGP, i 76 milioni di euro per il biennio 2022-23 per la tutela e la promozione delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano in Legge di Bilancio e il forte impegno a mantenere alta l’attenzione nel processo di revisione della normativa in materia di IG in corso in Europa.