Scanavino si congratula con il presidente Piraccini e dà appuntamento l’anno prossimo a tutti i protagonisti del mondo ortofrutticolo

Nei padiglioni del Rimini Expo Centre è calato il sipario su Macfrut 2022, la Fiera internazionale dell’ortofrutta giunta alla sua 39esima edizione.

Anche quest’anno, Macfrut si è confermato il più importante evento di business e di approfondimento tecnico sui temi di un settore chiave del Made in Italy, rappresentando il 25,5% della produzione agricola nazionale con 1,2 milioni di ettari coltivati a frutta e verdura per oltre 300 mila aziende coinvolte.

La tre giorni di Macfrut ha rappresentato per Cia-Agricoltori Italiani una preziosa occasione di riflessione sul futuro del comparto, nonostante il momento difficile per l’agricoltura nazionale, alle prese con i rincari dei costi di produzione e la guerra russo-ucraina. Questa edizione ha registrato il record dei partecipanti agli eventi organizzati nello stand Cia, con momenti di confronto declinati in tanti workshop e un particolare focus sui temi della sostenibilità, ricerca e nuove tecnologie.

Il presidente di Cia, Dino Scanavino, è particolarmente orgoglioso di aver presentato quest’anno a Rimini “Biotech”, il primo grande progetto sul miglioramento genetico vegetale coordinato dal CREA e coglie l’occasione per ringraziare il presidente di Macfrut, Renzo Piraccini, per l’egregio lavoro svolto, dando appuntamento l’anno prossimo a tutti i protagonisti del mondo ortofrutticolo italiano.


Fonte: Cia nazionale