/Report Istat. Crolla la produzione di olio in Italia -34,7%

Report Istat. Crolla la produzione di olio in Italia -34,7%

2019-05-14T14:27:26+02:0014 Maggio 2019|Dimensione Agricoltura|

La produzione italiana di olio di oliva nel 2018 ha segnato una drastica riduzione rispetto all’anno precedente (-34,7%), con la massima caduta in Puglia (-48% in valore e -43% in volume).

La crisi produttiva è attribuibile, in particolare, alle condizioni climatiche avverse (gelate primaverili e siccità estiva), all’ulteriore diffusione della xilella (che ha fatto la sua comparsa nell’agricoltura italiana a partire dagli anni 2008/2010 colpendo in modo pesante gli appezzamenti olivicoli dapprima del Salento e poi della Puglia e delle regioni limitrofe) e alla presenza di attacchi di mosca olearia. Questi due problemi stanno incidendo pesantemente sulla produzione, amplificando l’alternanza tra annate di carica e scarica.

— PUBBLICITÀ —

I cambiamenti climatici dell’ultimo decennio hanno condizionato la redditività del settore agricolo causando cali per la produzione di olio di oliva del 39,5% nel 2016 e del 39,3% nel 2014. La centralità di tale questione è riconosciuta anche a livello Ue nella definizione delle nuove linee della Politica Agricola Comune (PAC) successive al 2020.

LEGGI ANCHE: Agricoltura, Istat: «Vale 59,3 miliardi. +0,6% produzione e +0,9% valore aggiunto nel 2018»

Iscriviti alla Newsletter
di Dimensione Agricoltura

L'email servirà soltanto per l'invio della newsletter periodica.
Consulta la nostra politica della privacy
.
ISCRIVITI!
close-link

Pin It on Pinterest

X