«Andamento climatico e infestazione di mosca olearia: effetti sulla campagna olearia 2014 e considerazioni per il 2015»

20141217_regionetoscana_olioextravergineigpÈ questo il tema del seminario che si terrà il 19 dicembre a villa Montepaldi di San Casciano Val di Pesa. L’iniziativa, rivolta ai tecnici che operano nella filiera olivicola-olearia, è della Regione Toscana ed è organizzata con il contributo del Servizio Fitosanitario Regionale, del Lamma e delle Istituzioni Scientifiche toscane che si occupano di entomologia, agronomia e meccanica agraria, relativamente alla coltivazione dell’olivo. L’obiettivo è quello di fare chiarezza su quanto è successo nell’annata 2014 e di affrontare con rigore scientifico il tema della lotta preventiva e curativa nei confronti della mosca delle olive.

«Il 2014 – spiegano infatti gli organizzatori del seminario – verrà ricordato infatti come l’annus horribilis della produzione olivicola toscana. Altre annate in passato hanno manifestato criticità più o meno evidenti dovute alla infestazione di mosca olearia ma mai, a memoria di olivicoltore, si era materializzato un attacco così dannoso e diffuso su tutto il territorio regionale. Solo le aziende che dalla fine di giugno sino ad ottobre sono state in grado di effettuare correttamente tutti i trattamenti necessari a combattere il parassita, hanno potuto conseguire una produzione che, in base agli assaggi ed alle analisi di laboratorio, dimostra una buona qualità dell’olio. Gran parte delle aziende toscane invece hanno perso l’intera produzione o hanno interrotto la raccolta dopo le prime frangiture che hanno evidenziato caratteristiche chimiche ed organolettiche dell’olio non confacenti ai parametri dell’olio extravergine di oliva».

Questa situazione ha determinato un fermento di idee e affermazioni tese a dare spiegazione al fenomeno e a fornire soluzioni per evitarne il ripetersi nel prossimo futuro, tra queste anche la necessità di ipotetici trattamenti invernali contro le forme svernanti dell’insetto.

Di qui la giornata di lavoro nella quale saranno affrontati una serie di temi importanti. Sarà analizzato l’andamento meteo-climatico della stagione vegetativa 2013/2014 a confronto con quello degli ultimi 60 anni e verrà fatta l’analisi e il confronto dei dati della infestazione di mosca rilevati nella campagna 2014. Inoltre si affronterà il tema della bioecologia della mosca alla luce anche dell’annata olivicola 2014. Si illustreranno i fattori agronomici e la difesa fitosanitaria dell’oliveto e le tecniche di applicazione degli antiparassitari in olivicoltura, facendo il punto della situazione attuale e delle prospettive.

L’iniziativa si colloca nel programma 2014 della Scuola dell’Olio, progetto che nasce da un protocollo di intesa sottoscritto da Regione e Unioncamere Toscana, e che affronta a 360 gradi i temi propri dell’olivo e dell’olio di qualità.

La Scuola dell’Olio ha anche un sito internet: www.scuoladellolio.it

Ulteriori iniziative dedicate alle aziende e agli olivicoltori saranno realizzate sul territorio in forma diffusa attraverso l’attività della Scuola e delle Organizzazioni dei Produttori olivicoli toscani.

Il seminario inizierà intorno alle 9,30 per concludersi intorno alle 13.30.


Fonte: Toscana Notizie