Sì all’istituzione in tempi brevi di un tavolo permanente sul turismo enogastronomico. Il sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio, ha fatto propria la richiesta avanzata dalle associazioni del mondo del vino e dell’olio di dar vita ad un tavolo che coinvolga tutti i soggetti interessati per un confronto continuo e concreto così da lavorare a risposte tempestive per aziende e territori e poter rilanciare un asset strategico del Made in Italy.

Nel corso dell’incontro è stata inoltre sottolineata l’urgenza di decreti attuativi della legge sull’enoturismo, in particolare riguardanti l’olio, su linee guida e aspetti fiscali.

«Questo tavolo – ha detto il sottosegretario Centinaio – ci permetterà di capire insieme in che direzione si deve andare. Il turismo legato all’agroalimentare è ormai una realtà consolidata, le richieste che arrivano dall’estero sono quasi paragonabili a quelle per le città d’arte. Il binomio vino-turismo ha grandissime potenzialità. Guardando alla stagione 2021 il nostro compito è mantenere alta l’attenzione e puntare sulla concretezza per non sprecare il lavoro fatto finora. In questi giorni – ha concluso – ragioneremo anche sull’aspetto della promozione e su eventi dedicati».