/Biodiversità e stagionalità. Viaggio nella Maremma dell’agricoltura biologica di qualità

Biodiversità e stagionalità. Viaggio nella Maremma dell’agricoltura biologica di qualità

2018-07-06T12:19:09+00:004 luglio 2018|

Una giornata in Maremma alla scoperta della biodiversità e della stagionalità, attraverso l’agricoltura biologica di qualità.

Nel tour di RQT, focus produzioni biologiche della Maremma: un modello di produzione che vuole evitare l’eccessivo sfruttamento delle risorse naturali, in particolare del suolo e dell’acqua. Tappa ad Albinia (Orbetello) con visita all’azienda zootecnica ed allevamento biologico di Luigi Farina; quindi all’azienda Il Duchesco (Alberese), che produce olio; e all’Azienda agricola Alberese, che fa parte dell’Ente Pubblico Terre Regionali Toscane.

In Toscana sono presenti 4.494 aziende agricole biologiche fra cui 3.091 agricoltori (producono le materie prime) e 1.403 produttori e trasformatori (es. vino, confetture). Il 39,38% pari a 1.770 aziende, sono associate alla Cia Toscana (l’associazione che promuove la rete d’impresa RQT), con Siena prima provincia con 538 aziende bio; Grosseto con 472, quindi Firenze a quota 225 e Arezzo con 200 aziende bio.

A livello nazionale il biologico è arrivato nel 2017 a quota 1.796.363 ettari che si traducono in una crescita del 20,4% rispetto all’anno precedente. Anche il numero degli operatori, oltre 72mila, è aumentato del 20%.

Iscriviti alla Newsletter
di Dimensione Agricoltura

L'email servirà soltanto per l'invio della newsletter periodica.
Consulta la nostra politica della privacy
.
ISCRIVITI!
close-link

Pin It on Pinterest

X