La Regione Toscana con Decreto n. 2359 del 26 maggio 2015 ha approvato il bando Multimisura per PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA (PIF) per l’annualità 2015 in base al Reg. UE n. 1305/13, pubblicato sul BURT del 03 giugno 2015.

201510_pif_vacastoplusL’Associazione per la Valorizzazione della castagna del Monte Amiata IGP, con sede in Località Colonia n. 19 ad Arcidosso (GR), opera al fine di predisporre, in qualità di capofila, un progetto regionale per la filiera castanicola, partecipato da vari soggetti imprenditoriali della produzione primaria, della trasformazione e della commercializzazione, aderenti ad un Accordo di Filiera, e finalizzato alla soluzione delle criticità che la caratterizzano, attraverso la realizzazione di investimenti che coprano i diversi segmenti della filiera.

Il Progetto Integrato di Filiera messo in campo è denominato VA.CAS.TO. + (VAlorizzazione della
CAStanicoltura TOscana Plus).

Tutti gli operatori del settore, possono chiedere di entrare a far parte del Progetto, sia come “Partecipanti diretti”, che come “Partecipanti indiretti”.

“Partecipanti diretti” sono i soggetti che intendono aderire al progetto assumendo impegni definiti nell’accordo di filiera e attuare investimenti connessi alla filiera castanicola, quali beneficiari dei sostegni finanziari pubblici previsti dal Programma di Sviluppo Rurale della Regione Toscana (PSR 2014-2020).

“Partecipanti Indiretti” i partecipanti indiretti sono invece coinvolti indirettamente nella realizzazione degli obiettivi del progetto di filiera, poiché possono giovarsi delle ricadute positive della realizzazione del progetto stesso, ma non richiedono contributi nell’ambito del PIF.

L’Associazione per la Valorizzazione della Castagna del Monte Amiata IGP, come capofila del progetto, assumerà l’onere di coordinare l’attività dei partecipanti, garantire il rispetto degli impegni assunti con la sottoscrizione dell’accordo di filiera, curare i rapporti con la Regione Toscana per tutto ciò che attiene la realizzazione e il buon esito del progetto; l’Associazione come partecipante diretto attiverà la sottomisura 3.2 “Attività di informazione e promozione”.

Il bando rappresenta un’opportunità rilevante per la filiera castanicola regionale, sia per il consolidamento delle singole imprese, che per un rafforzamento dell’organizzazione e delle relazioni di filiera, prevedendo per il perseguimento di tali obiettivi importanti sostegni finanziari a valere sulle seguenti sottomisure del PSR 2014-2020 della Regione Toscana.

Sottomisure/operazioni che è possibile attivare nell’ambito del bando PIF:

  • sottomisura 3.1 “Partecipazione a regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari”;
  • sottomisura 3.2 “Attività di informazione e promozione”;
  • sottomisura 4.1 “Sostegno agli investimenti alle aziende agricole”: tipo di operazioni 4.1.3 “Partecipazione alla progettazione integrata da parte delle aziende agricole” e 4.1.5 “Incentivare il ricorso alle energie rinnovabili nelle aziende agricole”;
  • sottomisura 4.2 “Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e/o lo sviluppo dei prodotti agricoli”;
  • sottomisura 6.4 “Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole”: tipo di operazioni 6.4.1 “Diversificazione delle aziende agricole” e 6.4.2 “Energia derivante da fonti rinnovabili nelle aziende agricole”;
  • sottomisura 8.6 “Sostegno a investimenti in tecnologie silvicole, trasformazione, mobilitazione, commercializzazione prodotti delle foreste”;
  • sottomisura 16.2 “Sostegno a progetti pilota e di cooperazione”.

Scarica il comunicato del PIF “VACASTO +”