/Proposta di Progetto integrato di filiera con capofila Poggio San Polo Soc. Agr. s.r.l.

Proposta di Progetto integrato di filiera con capofila Poggio San Polo Soc. Agr. s.r.l.

2018-01-04T10:53:48+02:0011 Dicembre 2017|Pif 2017|

Titolo del progetto: “IN.CON.TRA – informazione e confronto tra i metodi di conduzione Agricola”

La Regione Toscana ha pubblicato sul Bollettino Regionale, il 19 luglio 2017 5 il Decreto 30 giugno 2017, n. 9741. (Regolamento (UE) n. 1305/2013. Programma di sviluppo rurale della Regione Toscana 2014-2020. Approvazione del bando dei criteri e delle modalità di presentazione dei “Progetti Integrati di Filiera” Agroalimentare (in breve PIF) per l’annualità 2017.

— PUBBLICITÀ —

Nel rispetto del bando citato, l’Azienda Agricola POGGIO SAN POLO SOC.AGR. SRL con sede legale: Loc. Poggio San Polo – 53024 Montalcino (SI), si candida in qualità di Capofila di progetto nel comparto vitivinicolo, proponendosi di organizzare un progetto volto alla valorizzazione del Vino in Montalcino, raggruppando e favorendo l’adesione delle aziende produttrici nel territorio.

Il bando definisce le caratteristiche principali del PIF, tra cui l’adesione di soggetti che vengono suddivisi in Beneficiari Diretti e Beneficiari Indiretti

Il documento che elenca tutti i soggetti aderenti al progetto PIF è “lACCORDO DI FILIERA”. La sottoscrizione da parte dei soggetti aderenti al progetto è obbligatoria sia per i beneficiari diretti che per i beneficiari indiretti.

Per raggiungere gli scopi e le finalità, il presente PIF intende mettere in atto le seguenti strategie:

  1. FAVORIRE I PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE (Investimenti materiali riferiti alla realizzazione di strutture per la trasformazione – Misura 4.2.1 – Misura 4.1.3);
  2. EFFICENTARE I PROCESSI PRODUTTIVI IN CAMPO, MEDIANTE IL SUPPORTO DI MISURE INNOVATIVE (investimenti materiali riferiti alla produzione primaria in campo – Misura 4.1.3 – Misura 16.2);
  3. FAVORIRE LO SVILUPPO DI TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI (Misura 4.2.1 – Misura 4.1.5)
  4. FAVORIRE LA COMMERCIALIZZAZIONE DEL PRODOTTO NEI CANALI TRADIZIONALI (G.D.O. e HO.RE.CA – Rete di Imprese 16.3);
  5. STRATEGIA COMUNE, QUESTA COLLOCATA SOTTO UN UNICO DENOMINATORE, CON L’INTENTO DI EFFICENTARE I RAPPORTI COMMERCIALI TRA LE IMPRESE (Rete di Imprese Misura 16.3 – Misura 1.2);

Il capofila, il quale opera con la propria struttura nell’area di produzione e pertanto i soggetti aderenti a tale progetto PIF si vedranno impegnati nella realizzazione di investimenti attuati dai singoli componenti del PIF, mediante la compilazione della scheda di adesione e la sottoscrizione di un “ACCORDO DI FILIERA” vincolante fin d’ora per tutti gli aderenti al progetto.

Si propongono i seguenti limiti generali per l’adesione:

  1. essere un produttore operante nel territorio di Montalcino, il quale produce vino nelle denominazioni ricadenti nello stesso e/o MATERIA PRIMA (uva);
  2. aver prodotto almeno vino e/o uva negli ultimi 5 anni;
  3. per l’efficacia della filiera e per i vincoli posti dal bando, con l’adesione si accetta di mantenere gli accordi di filiera validi per almeno 5 anni;
  4. le Imprese aderenti devono operare/produrre vino e/o uva limitante nei comuni di MONTALCINO.
  5. Gli investimenti proposti nella filiera, devono avere un indirizzo prevalentemente orientato alla trasformazione/commercializzazione.
  6. Impegnarsi ad aderire al progetto di cooperazione ed utilizzare la strumentazione innovativa proposta.

Si chiede a tutti coloro che intendano aderire alla presente filiera di dare comunicazione di adesione irrevocabile mediante la compilazione del modulo di adesione, scaricabile dal sito del capofila (www.poggiosanpolo.com), entro e non oltre venerdì 19/12/2017.

Visti tempi di scadenza per la presentazione del PIF fissati al 03/01/2018 ore 13, si è fissata un’audizione pubblica di presentazione del presente PIF, per il giorno lunedì 18 dicembre alle ore 19,00 presso i locali dell’Azienda Agraria Poggio San Polo Soc.Agr.a.r.l., Località San Polo – 53024 Montalcino (SI); durante il quale saranno esposti nello specifico sia le strategie di progetto che i limiti che il bando e il proponente fissano per la partecipazione.

Il presente documento viene pubblicato sul sito della Confederazione Italiana Agricoltori (www.ciatoscana.eu), sul sito del Capofila (www.poggiosanpolo.com).

Iscriviti alla Newsletter
di Dimensione Agricoltura

L'email servirà soltanto per l'invio della newsletter periodica.
Consulta la nostra politica della privacy
.
ISCRIVITI!
close-link

Pin It on Pinterest

X