A Grosseto l’1 e 2 ottobre la Festa del Pensionato interregionale. Si parlerà di pensioni minime e servizi agli anziani. Il programma si svolgerà fra Grosseto e Marina di Grosseto: coinvolte le Anp Cia di Toscana, Abruzzo, Lazio, Marche, Molise e Umbria

20161001-02_anp-cia_festa-interregionale-del-pensionato_grosseto_slider30 settembre 2016 – Pensioni minime più dignitose, ma anche servizi sociosanitari più efficienti per gli anziani. Ma oltre ai temi politici, anche momenti di svago e socialità. Sarà questo in estrema sintesi il programma della due giorni – 1 e 2 ottobre – di Grosseto per la Festa del Pensionato interregionale (ANP Cia –Associazione nazionale pensionati), con oltre mille partecipanti provenienti da Toscana, Abruzzo, Lazio, Marche, Molise e Umbria.

Nell’ambito della Festa si terrà l’assemblea nazionale ANP (sabato 1 ottobre – ore 15,30 Hotel Granduca, Grosseto) – dove sarà fatto il punto della situazione sulla battaglia dell’associazione per l’aumento delle pensioni basse a seguito della petizione popolare con la raccolta di oltre centomila firme in tutta Italia (13.500 in Toscana) e consegnata alle massime istituzioni, Senato, Camera dei Deputati e Presidenza del Consiglio. La festa proseguirà all’Hotel Terme Leopoldine a Marina di Grosseto con la presentazione da parte del segretario Anp Enrico Vacirca della pubblicazione “La Cucina degli Avanzi attraverso le ricette contadine” curata dall’Anp Cia Toscana, e la cena sociale.

Domenica 2 ottobre, nella mattinata, si terrà una manifestazione in Piazza caduti di Nassirya sul tema “Pensioni più dignitose e servizi sociosanitari efficienti per gli anziani”. Una tappa ulteriore della lotta dei pensionati dell’agricoltura per ottenere un miglioramento delle pensioni che non vedono da dieci anni. Sono oltre 8 milioni i pensionati (240.000 in Toscana) che percepiscono meno di mille euro il mese, mentre sono 2,2 milioni (9000 in Toscana) i pensionati al minimo con 500 euro mensili.

«La manifestazione – anticipa il presidente ANP Cia Toscana, Alessandro Del Carlo – vuole essere un momento ulteriore di rivendicazione specifica affinché in sede di formazione della nuova legge di bilancio, il tema delle pensioni basse possa trovare attenzione adeguata e, nell’ambito delle scelte che il governo e il parlamento si apprestano a fare, ci sia un provvedimento capace di dare una risposta concreta ad una categoria di donne e uomini che negli ultimi anni è rimasta esclusa da ogni azione pubblica che potesse alleviare la loro condizione. Si tratta quindi oggi anche di un aspetto di dignità e di giustizia sociale».

Alla manifestazione interverranno, il sindaco del comune di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli; i dirigenti Anp delle regioni coinvolte, i dirigenti Anp e Cia di Grosseto e della Toscana, il presidente nazionale Anp Vincenzo Brocco, il presidente nazionale Cia Dino Scanavino. La festa si concluderà con il pranzo sociale, dei pensionati di Grosseto e della Toscana, alle Terme leopoldine di Marina di Grosseto.



Cia Toscana – Comunicato stampa 71/2016