AGGIORNAMENTO DEL 4 FEBBRAIO 2022 / Il Ministero del Turismo ha pubblicato l’elenco delle spese ammissibili, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, dell’Avviso pubblico del 23 dicembre 2021, recante “Modalità applicative per l’erogazione di contributi e crediti d’imposta a favore delle imprese turistiche, ai sensi dell’art. 1, del D.L. 6 novembre 2021, n. 152“.


Aggiornamento dell’elenco delle spese ammissibili. Possono beneficiare del credito d’imposta e del contributo a fondo perduto, anche le spese sostenute per gli interventi di installazione di nuovi impianti fotovoltaici realizzati sugli edifici, connessi alla linea elettrica e con sistema di accumulo, rientrano nei benefici contemplati dall’Avviso del Ministero del Turismo del 23 dicembre 2021. A seguire il testo integrale della disposizione.

Il punto a) dell’elenco Spese Ammissibili ai sensi dell’articolo 5, comma 1, dell’Avviso pubblico del 23 dicembre 2021, pubblicato in data 4 febbraio 2022, relativo agli interventi di incremento dell’efficienza energetica, di cui all’articolo 1, comma 5, lett. a) del decreto-legge 6 novembre 2021, n. 152, è così integrato:

  • a.2) le spese per gli interventi di installazione di nuovi impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici e muniti di sistema di accumulo, per i quali si applica quanto previsto dal comma 7, dell’articolo 119, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, nonché l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici, che siano destinate ad uso esclusivo della struttura turistica oggetto dell’intervento.

Il video completo dell’incontro online organizzato da Cia Agricoltori Italiani della Toscana il 20 gennaio 2022: “Agriturismo. Nuovo contributo e credito di imposta per interventi edilizi”.


Il decreto legge attuativo del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), dispone un sostegno economico per le imprese agrituristiche che effettuano uno o più dei seguenti interventi:

  • A / Incremento dell’efficienza energetica
  • B / Riqualificazione antisismica
  • C / Eliminazione delle barriere architettoniche
  • D / Manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo
  • E / Realizzazione di piscine termali
  • F / Spese per digitalizzazione (wifi, prenotazioni on line, ecc.)
  • G / Acquisto di mobili e componenti di arredo, inclusa illuminotecnica

SCARICA LE SCHEDE PRESENTATE NELL’INCONTRO (PDF)


In questo spazio pubblicheremo anche le risposte ai numerosi quesiti che sono stati posti durante l’incontro.

LE DOMANDE POSTE DURANTE IL SEMINARIO E LE RISPOSTE DI CIA TOSCANA / (in aggiornamento)

N.B. – Le risposte ai quesiti sono fornite in base alla legislazione vigente ed alla interpretazione non ufficiale della stessa. In caso di sopraggiunti interventi normativi ed interpretativi, verranno inseriti sulla pagina istituzionale di Cia Toscana e questi potrebbero modificare il contenuto delle risposte.

Alcune “domande e risposte” possono essere simili nei punti che seguono e nelle diverse parti. Questo perché gli uffici rispondono via via ai singoli quesiti ricevuti.

Prima parte delle “domande e risposte” sul tema (pubblicate il 24 gennaio 2022):

  1. Il click day viene gestito da Cia o gli uffici si appoggeranno ad esterni?
    Gli uffici territoriali della Cia in Toscana stanno approntando un adeguato sistema organizzativo, al fine di assicurare l’assistenza del caso agli interessati.
  2. È possibile conoscere la data del click day?
    La procedura telematica verrà resa disponibile dal MIT entro il 21 febbraio. Dalla data di disponibilità della procedura decorreranno i 30 giorni di tempo per presentare la domanda.
  3. Tra gli interventi ammessi c’è anche la possibilità di realizzare capannoni per mettere attrezzi o macchinari?
    No, gli interventi contemplati dal Decreto legge 152/2021 e dall’Avviso del MIT, riguardano esclusivamente le imprese turistiche per le attività alle stesse direttamente riconducibili.
  4. Anche il credito di imposta è soggetto alla graduatoria?
    Si, l’impresa interessata partecipa alla richiesta del credito d’imposta e/o al contributo a fondo perduto.
  5. Si possono fare interventi sulle piscine?
    Gli interventi su piscine “non termali” non sono espressamente contemplati, ma deve essere valutata la possibilità di collegare gli stessi ad uno degli interventi ammessi.
  6. Prima si finiscono i lavori e prima si viene rimborsati in credito di imposta e fondo perduto?
    Si, l’erogazione del contributo a fondo perduto ed il riconoscimento del credito d’imposta avvengono in ordine cronologico di comunicazione della conclusione degli interventi e nel rispetto dei limiti di spesa. È fatta salva la possibilità di richiedere l’anticipazione del contributo a fondo perduto nel limite massimo del 30% di quanto spettante.
  7. Tutta l’operazione si basa sul click day? Possiamo avere più dettagli su questa funzionalità?
    Il meccanismo definito “click day”, viene talvolta utilizzato dalle diverse articolazioni della Pubblica Amministrazione, per assegnare risorse con budget limitato, in un tempo determinato. Consiste nell’assegnazione all’istanza/domanda in ordine cronologico di data, ora, minuti, secondi di presentazione.
  8. La domanda potrà essere presentata dal 21 febbraio 2022 per 30 giorni?
    La domanda potrà essere presentata nell’arco dei 30 giorni successivi alla messa in linea della procedura telematica. Il MIT dovrà rendere disponibile la citata procedura, entro il 21 febbraio.
  9. Se la domanda telematica è disponibile a partire dal 21 febbraio questo significa che entro tale data dovrebbe essere disponibile il progetto di intervento edilizio?
    Si, il senso letterale dell’Avviso del MIT al momento non può essere diversamente interpretato.
  10. È possibile presentare più progetti in più anni?
    È uno dei punti controversi dell’Avviso del MIT. Siamo in attesa di chiarimenti.
  11. Il numero stimato di aziende che saranno finanziate è quindi considerato per anno (quindi per ogni click day), oppure in totale?
    Si veda la risposta al quesito precedente.
  12. Ogni anno un click day?
    Si veda la risposta al quesito precedente.
  13. Sono quindi 3.700 aziende ogni anno per ogni click day?
    Si veda la risposta al quesito precedente.
  14. Quali figure professionali dobbiamo assumere oltre al geometra o architetto? Anche un agronomo?
    Dipende dal livello di specializzazione del professionista ma non pare necessaria la professionalità evidenziata nella domanda.
  15. Il contributo a fondo perduto, è fino ad un massimo del 50% oppure è fisso al 50%. Se ipotizzo una spesa di 20 mila euro, il contributo è di 10 mila a fondo perduto oppure verrà decisa la percentuale dall’ istituto erogante?
    Il contributo a fondo perduto probabilmente verrà erogato direttamente dal MIT od ancor più probabilmente, tramite l’Agenzia delle entrate. Il 50% delle spese sostenute è la misura percentuale massima, alla quale consegue in ogni caso un secondo limite massimo di € 40mila. Nell’esempio posto, all’impresa verranno riconosciuti € 10mila, ferma restando la possibilità di una rideterminazione al ribasso, in relazione alle risorse disponibili.
  16. Ma le reti ed i materassi fanno parte dei componenti di arredo?
    No, riteniamo che tra i “mobili e componenti d’arredo” contemplati dall’Avviso del MIT, non rientrino i beni evidenziati.
  17. Per accedere a questi benefici è necessario essere Iap, oppure no?
    Non è richiesta alcuna qualifica professionale del richiedente gli incentivi.
  18. È previsto tra gli interventi ammessi la realizzazione di impianti fotovoltaici?
    Gli interventi ammessi devono riguardare la “struttura” nella quale viene svolta l’attività turistica. Negli interventi di “incremento dell’efficienza energetica delle strutture”, rientra l’installazione di collettori solari in sostituzione, anche parziale, delle funzioni di riscaldamento ambiente e produzione di acqua calda sanitaria esistente; non si ritrovano gli impianti fotovoltaici.
  19. Se si fa un intervento di efficientamento energetico di 100 000 €, l’80% si può avere come credito di imposta e il 20% come finanziamento agevolato. E la percentuale di fondo perduto?
    I benefici non possono complessivamente superare la spesa complessiva ammissibile. Il finanziamento a tasso agevolato può essere chiesto per le spese ammissibili non coperte dagli incentivi (credito d’imposta e/o contributo a fondo perduto). Nel caso posto non può essere richiesto il contributo a fondo perduto, o se chiesto non verrà concesso il finanziamento. Si ricorda che per accedere al finanziamento, oltre alla condizione di cui sopra, almeno il 50% delle spese ammissibili deve essere dedicato ad interventi di riqualificazione energetica.
  20. Non c e un minimo di intervento vero?
    Non è previsto un tetto minimo di spese.
  21. Sono compatibili questi fondi con quelli del Bonus 110%
    Non sono previsti bonus fiscali al 110% per interventi edilizi su immobili strumentali all’esercizio di un’attività (salvo rari casi di immobili strumentali inseriti in condominio abitativo), quali devono essere quelli oggetto di intervento dell’Avviso del MIT. Sono invece contemplati “ecobonus” (interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti; detrazione 50/65%) e “sismabonus” (interventi di messa in sicurezza statica di edifici in zone ad alto rischio sismico; detrazione 50/85%). Sono compatibili fino a concorrenza della spesa complessivamente sostenuta.
  22. Se veniamo scartati nella domanda del 21 febbraio possiamo comunque partecipare successivamente?
    Si veda risposta fornita in precedenza a quesiti similari.
  23. Il credito di imposta in quanti anni è recuperabile? Le 3.700 aziende finanziabili sono a livello nazionale? In caso di morte del titolare della domanda c’è revoca dei benefici?
    L’Avviso del MIT detta il termine di uso in compensazione del credito d’imposta, dall’anno successivo a quello in cui gli interventi sono stati realizzati ed entro e non oltre il 31 dicembre 2025. In ogni caso, esistono modalità lecite per non perdere il credito d’imposta riconosciuto. Le 3.500/3.700 imprese beneficiare, sono stimate a livello nazionale. In caso di trasferimento dell’azienda per cause di forza maggiore entro il termine di vincolo di “cinque anni dall’erogazione del pagamento finale”, ancorché il caso non sia espressamente disciplinato nell’Avviso, riteniamo che non vi sia decadenza dai benefici ma che il vincolo si trasferisca a chi subentra nell’esercizio dell’attività.
  24. Gli interventi sono compatibili con il PSR?
    L’Avviso del MIT pare lasciare spazio ad una cumulabilità con altri interventi anche di origine o derivazione comunitaria, comunque nel limite del costo complessivo sostenuto. Sull’argomento è in corso un dibattito al livello comunitario, che lascia intravedere qualche spiraglio positivo.
  25. Ho un agriturismo in struttura in affitto. Può il proprietario dell’immobile usufruire dell’80% senza i contributi a fondo perduto?
    Non appaiono preclusioni anche per beneficiare del contributo a fondo perduto.
  26. Tettoie per pannelli fotovoltaici? Il fotovoltaico è ammesso?
    Si veda risposta precedente a quesito similare.
  27. Gli interventi per acquisto di mobili e illuminazione possono essere effettuati autonomamente o sono dipendenti da una ristrutturazione?
    Sono condizionati ad almeno uno degli interventi di: incremento dell’efficienza energetica; riqualificazione antisismica; eliminazione delle barriere architettoniche; manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, installazione di manufatti leggeri; realizzazione di piscine termali dedicato alle strutture termali.
  28. Si possono fare più progetti in più anni?
    Si veda risposta precedente a quesito similare.
  29. Ci sono delle società che presentano tutti questi documenti richiesti in aiuto del titolare dell’agriturismo?
    Gli uffici territoriali della Cia stanno approntando un adeguato sistema organizzativo al fine di assicurare l’assistenza del caso.
  30. Si conosce il criterio per definire la realizzazione della riqualificazione energetica?
    L’Avviso del MIT rimanda all’art. 2 del Decreto del Ministro dello sviluppo economico del 6 agosto 2020. La sintesi non esaustiva degli interventi ammessi è riportata nelle pagine 10 e 11 delle diapositive.
  31. La ricostruzione di un annesso agricolo ad uso agrituristico, condonato e demolito (ma che deve essere ricostruito) è ammessa?
    Il decreto semplificazioni (DL 76/2020), ha notevolmente ampliato il concetto di “demolizione e ricostruzione”, riconducendolo ad intervento di ristrutturazione edilizia, contemplato nell’ambito degli interventi per cui l’imprenditore può richiedere i benefici in commento.
  32. Un progetto di agricampeggio può rientrare?
    Gli interventi in commento sono dedicati ad attività turistiche in essere. Tra le attività contemplate dal Decreto legge 152/2021, rientrano le strutture ricettive all’aria aperta.
  33. Fra i mobili e arredi sono previsti acquisti di lavastoviglie in tutti gli appartamenti?
    Riteniamo che non rientrino tra i mobili e componenti d’arredo.
  34. Quando non si riesce a cedere il credito maturato e dal punto di vista fiscale non si è capienti che succede?
    Dato il tempo limitato di utilizzabilità del credito d’imposta (31 dicembre 2025) e sempre che tale termine non venga esteso con specifici atti normativi, sarà possibile attuare modalità organizzative che consentiranno di mantenere la disponibilità creditizia. Per attuare la modalità organizzativa appena accennata, in caso di necessità si invita a contattare l’ufficio della Cia di riferimento.
  35. La Cia ha degli studi tecnici “convenzionati” che possono offrire servizi agli associati? In questo periodo, complice le pratiche per il 110%, i tempi anche per una pratica semplicissima sono lunghissimi e nel caso di ristrutturazioni importanti è probabilmente difficile essere pronti anche per il click day del 2023.
    Invitiamo a riferirsi all’ufficio Cia territoriale di riferimento.
  36. Si può chiedere solo il contributo a fondo perduto?
    Si, non è obbligatorio chiedere anche il credito d’imposta.
  37. La sostituzione di arredi e elettrodomestici di una cucina nell’apt agrituristico è finanziabile?
    L’Avviso richiama solo mobili ed arredi, per cui riteniamo che gli elettrodomestici singolarmente intesi, non siano contemplati. Se sono incassati nel mobile della cucina, riteniamo che il costo distinto in fattura non verrà ritenuto spesa ammissibile. Ricordiamo che i benefici per mobili ed arredi è conseguente ad uno degli interventi principali: efficientamento energetico, abbattimento barriere architettoniche, ecc.
  38. La spesa minima di interventi è di 40.000 euro?
    No, non è previsto un importo minimo dell’intervento. I 40mila euro rappresentano il tetto massimo di contributo a fondo perduto, nell’ambito del 50% delle spese ammissibili. Può essere maggiorato nel caso in cui l’intervento contempli spese almeno pari al 15% dell’importo complessivo, dedicate alla digitalizzazione ed all’innovazione tecnologica ed energetica delle strutture, per l’imprenditoria femminile e giovane.
  39. Sono inseriti come digitalizzazione le opere volte all’automatizzazione per l’ingresso ed uscite, pagamento pernottamenti per camper in un agricampeggio?
    Riteniamo che l’intervento descritto rientri nel concetto dell’innovazione tecnologica, contemplato tra gli interventi che rientrano nei benefici in commento.
  40. Gli arredi devono rientrare in un progetto di ristrutturazione?
    Si, o di efficientamento energetico, adozione di misure antisismiche, abbattimento delle barriere architettoniche, digitalizzazione.
  41. Non è che si può scegliere tra contributo o credito di imposta? Vanno chiesti tutti e due?
    In sede di domanda l’imprenditore può chiedere l’uno o l’altro o entrambi.
  42. Per dimostrare che l’impresa è attiva è sufficiente l’iscrizione al CAA oppure è necessario poter esibire un fatturato per la funzione specifica, ossia per agriturismo?
    È sufficiente l’iscrizione al Registro delle imprese tenuto dalla CCIAA competente dell’attività agrituristica.
  43. Cia ha stabilito una tariffa base per le attività di assistenza/presentazione domanda per le aziende associate?
    Deve riferirsi all’ufficio Cia territoriale di riferimento.

Seconda parte delle “domande e risposte” sul tema (pubblicate il 27 gennaio 2022):

  1. Il click day per l’anno 2022 sarà non prima di quale data?
    L’Avviso del MIT non indica la data oltre la quale sarà resa disponibile la procedura ma solo la data entro la quale sarà messa in linea, ovvero, il 21 febbraio.
  2. Gli impianti fotovoltaici rientrano negli interventi di riqualificazione energetica?
    Non sono espressamente contemplati dall’intervento in commento, mentre vi sono sicuramente i pannelli solari. Se gli impianti fotovoltaici interessano gli immobili strumentali all’esercizio dell’attività, può valutare la pratica “ecobonus”, con diritto alla detrazione fiscale dal 50 al 65%.
  3. Nel caso di un B&B in comodato, registrato come attività secondaria, collegato alla partita Iva dell’agriturismo, la sostituzione degli infissi per risparmio energetico rientra nella domanda dei contributi?
    L’Avviso del MIT non richiama espressamente i B&B professionali, per cui dobbiamo aspettare i chiarimenti auspicati, anche se tra i beneficiari dell’intervento dovrebbero essere compresi.ù
  4. Un progetto presentato in un anno per realizzazione dei lavori (che per questione di numero di domande non entra in graduatoria) può essere presentato l’anno dopo, anche se i lavori sono ormai terminati?
    Al momento non ci sono certezze in tal senso.
  5. Ho un agriturismo in struttura in affitto, può il proprietario dell’immobile usufruire dell’80% senza i contributi a fondo perduto?
    È una delle possibilità contemplate dall’Avviso del MIT.
  6. Si può avere qualche informazione in più sulla costruzione delle piscine? Possono rientrare nei finanziamenti?
    Al momento non ci sono certezze in tal senso, ma non pare che la “costruzione” sia contemplata dall’Avviso del MIT.
  7. Per il limite sul de minimis: avendo ricevuto un contributo per l’agriturismo di 200mila euro in data 17 luglio 2019, è possibile accedere anche a questo contributo?
    L’Avviso del MIT anche su questa parte appare poco puntuale. Richiama la necessità di rispettare il regime de minimis “ordinario” (i 200mila euro a cui fa riferimento) ma anche il Temporary Framework, appositamente individuato dall’Unione Europea per consentire agli stati membri di disporre interventi di supporto alle imprese, nel frangente dell’emergenza sanitaria. In quest’ultimo caso, il limite è di 2,3mln di euro. L’Avviso poi, indica non meglio precisati “altri limiti” disposti in occasione dell’erogazione dei benefici previsti. Riteniamo comunque che i benefici previsti dall’Avviso, rientrino nel limite dei 2,3mln di euro, per cui stante quanto riportato nel quesito, può accedere.
  8. Nel caso di una ristrutturazione ed efficientamento energetico, oltre alla presentazione della documentazione e relazione tecnica descrittiva degli interventi è necessario avere fin da subito i permessi del Comune o si possono richiedere successivamente all’interno del tempo concesso per l’inizio lavori?
    Al momento non possiamo rispondere con precisione alla domanda, anche se pare di intendere che in fase di domanda i documenti di autorizzazione all’esecuzione dei lavori debba essere già disponibile.
  9. Sono finanziabili acquisti di elettrodomestici, nello specifico una lavastoviglie?
    Si veda risposta a quesito similare.
  10. Non ho capito bene cosa vuol dire che fondi PSR e PNRR non sono cumulabili. Se un agricoltore riesce a fare alcuni lavori accendendo al PSR con uscita a settembre e poi a marzo 2023 decide di fare ulteriori lavori per l’agriturismo può fare domanda per fondi PNRR?
    Si veda risposta a quesito similare. L’Avviso del MIT pare lasciare qualche spiraglio comunque entro il limite massimo dei costi complessivamente sostenuti. Per la presentazione nei prossimi anni delle domande di intervento a valere sui fondi PNRR, al momento non ci sono certezze.
  11. È possibile realizzare un impianto fotovoltaico su un fabbricato a rimessa mezzi per alimentare la struttura agrituristica e predisporre un sistema di accumulo?
    Quanto ipotizzato non rientra negli interventi previsti dall’Avviso del MIT. Può valutare la richiesta dei benefici fiscali/finanziari previsti dall’ecobonus (50-65%).
  12. La realizzazione di una deviazione stradale di accesso all’agriturismo per motivi di sicurezza è ammissibile?
    È una tipologia di intervento non espressamente contemplata dall’Avviso del MIT.
  13. È possibile fare la richiesta di interventi edilizi solo per un edificio o anche di più?
    Non è prevista una limitazione di immobili interessati dagli interventi contemplati nell’Avviso del MIT.
  14. Il numero stimato di aziende che saranno finanziate è quindi considerato per anno (quindi per ogni click day) oppure in totale?
    Al momento pare che il numero stimato di 3.500/3.700 imprese beneficiarie, sia complessivo nel periodo 2022/2024.
  15. I punti vendita, con le relative zone di somministrazione, sono ammissibili?
    No, non rientrano tra gli interventi contemplati dall’Avviso del MIT.
  16. Se si devono fare lavori a un tetto con fotovoltaico, ma sono in un borgo sotto vincolo delle “belle arti”, va prima fatto il progetto attendendo il parere, primadi presentare la domanda per questo incentivo oppure si può presentare il progetto senza richiedere alle “belle arti”?
    Gli impianti fotovoltaici non sono contemplati tra quelli ammessi dall’Avviso del MIT. Può eventualmente valutare di richiedere i benefici fiscali/finanziari previsti dall’”ecobonus” (50-65%).
  17. Si può fare domanda solo una volta nell’arco di questi anni o si potrebbe fare domanda per alcuni interventi nel 2022 e per altri interventi nel futuro?
    Non abbiamo certezza che anche negli anni successivi a quello corrente sia possibile presentare richiesta di intervento a valere sull’Avviso del MIT in commento.
  18. Le probabilità di rientrare nei finanziamenti al momento, se non verranno aumentati i fondi a disposizione, è quasi “come vincere alla lotteria”. Se l’impresa non è in grado di partecipare al click day del 22 marzo 2022 ha una altra possibilità?
    Si veda riposta a un precedente quesito.
  19. Posso realizzare l’intervento quest’anno e presentare domanda il prossimo anno?
    Non abbiamo certezze in merito. Se risponde a quanto richiesto per accedere ai benefici in commento, le consigliamo di non attendere il prossimo anno.
  20. Se uno inizia la ristrutturazione a settembre-ottobre 2022, può partecipare al click day del prossimo anno comprendendo le spese fatte prima dell’accettazione del click day a fine 2022?
  21. Non vi sono certezze al momento sulla possibilità di presentare la domanda per accedere ai benefici previsti dall’Avviso del MIT nei prossimi anni.
  22. Al momento della presentazione della domanda, per il riferimento del de minimis, quanti anni indietro è necessario andare?
    Nel regime de minimis “ordinario”, il periodo di osservazione è di tre anni. Dal 2020, al fine di consentire agli stati membri di intervenire economicamente a supporto delle imprese, l’Unione Europea ha stabilito nuovi termini de minimis, che scadranno al superamento dell’emergenza sanitaria Covid 19. Si tratta del provvedimento definito Temporary Framework. Al momento la scadenza individuata è il 30 giugno 2022. Dal 2020 sono stati individuati diversi limiti, quello corrente, per le attività non agricole, quale è considerata l’attività agrituristica, il Temporary Framework ha un tetto di 2,3 milioni di euro. Per le attività specificatamente agricole, è 290 mila euro.
    Se ad esempio, un intervento erogato nel 2022 ad un’impresa di uno specifico settore in regime de minimis “ordinario” (tetto di € 200mila), è di € 50mila, nel 2023 e 2024 non potrà superare interventi che ammontano complessivamente ad € 150mila, se rientrano nel medesimo de minimis “ordinario”. Molti interventi di supporto economico alle imprese erogati nel 2020, 2021 e fino a giugno 2022, però, rientrano nel Temporary Framework, per cui il tetto complessivo è molto più elevato di quello ordinario, anche se variato durante gli anni citati.