Anp ha scritto al presidente Giani e all’assessore Bezzini per ribadire il tema della territorialità nella distribuzione delle dosi

“La campagna vaccinale sta accelerando, ma non devono esserci disuguaglianze nell’accesso alle vaccinazioni. Necessario considerare anche la facilità di accesso agli hub vaccinali delle aree interne. Ne usciremo veramente soltanto se in tutta la regione arriveranno dosi consone”.

A lanciare l’appello è Enrico Vacirca, presidente Associazione Pensionati Toscana – Cia, che ribadisce l’importanza di dare accesso a tutti gli anziani toscani alle dosi del vaccino.

“Apprendiamo con favore che si sia superata la logica del click-day, strumento non equo per i territori non coperti da una linea internet stabile. Avremmo preferito comunque che si procedesse anche a vaccinare i familiari conviventi delle persone fragili e i badanti come riportato nell’ordinanza di Figliuolo”

Nei giorni scorsi Anp ha scritto al presidente Giani e all’assessore Bezzini per ribadire il tema della territorialità nella distribuzione delle dosi e nella programmazione degli interventi in accordo con il piano del Commissario Figliuolo. Nella lettera, l’Associazione dei Pensionati Cia ha riportato anche la sua disponibilità ad un confronto per agevolare le vaccinazioni degli anziani.

Anp Cia Toscana – Comunicato stampa