I soggetti che nel corso del 2022 hanno acquistato o acquisteranno spazi pubblicitari e/o inserzioni commerciali, possono richiedere un credito d’imposta del 50% (teorico) della spesa sostenuta.

Il credito deve essere “prenotato” inviando una comunicazione telematica all’Agenzia delle entrate entro il 31 marzo.

Le campagne pubblicitarie devono essere effettuate sulla stampa quotidiana e/o periodica, on line, emittenti televisive e/o radiofoniche nazionali, comunque non partecipati dallo Stato.

Successivamente, sul sito del Dipartimento per l’informazione e l’editoria (https://www.informazioneeditoria.gov.it/it/), verrà pubblicato un primo elenco dei soggetti che hanno presentato la richiesta di credito d’imposta e l’ammontare dello stesso.

Nel mese di marzo del prossimo anno, l’interessato dovrà dare conto con altra comunicazione, della spesa effettivamente sostenuta per la pubblicità/promozione.

Con un secondo elenco, il Dipartimento pubblicherà i soggetti che sono ammessi a beneficiare del credito d’imposta e l’importo effettivamente spettante in relazione alle istanze pervenute ed alle somme stanziate. Il credito potrà essere utilizzato in compensazione in F24, dal quinto giorno del mese successivo alla pubblicazione di quest’ultimo elenco.