Nel caso in cui gli importi di imposta di bollo, ove dovuti sulle fatture elettroniche, non superano la soglia annua di 1.000 euro, l’obbligo del versamento può essere assolto con due versamenti con cadenza semestrale: entro il 16 giugno ed entro il 16 dicembre.

La novità è contenuta nel decreto legge fiscale che accompagna la Legge di bilancio 2020. Nel testo del decreto, recentemente convertito in legge, troviamo anche l’attivazione dell’Amministrazione finanziaria in caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento dell’imposta di bollo: comunicherà con modalità telematiche al contribuente, l’ammontare dell’Imposta da versare, oltre alle sanzioni per tardivo versamento, ridotte ad un terzo e gli interessi dovuti fino all’ultimo giorno del mese antecedente a quello dell’elaborazione della comunicazione.

Per beneficiare della riduzione ad un terzo delle sanzioni, il pagamento dovrà essere effettuato entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione. Il mancato pagamento di quanto comunicato dall’Amministrazione finanziaria nel termine di 30 giorni, ha quale effetto l’iscrizione a ruolo a titolo definitivo. (Corrado Franci)


Tratto da Dimensione Agricoltura n. 1/2020