A Firenze alla Fortezza da Basso dal 6 all’8 dicembre. Il direttore Cia Toscana Centro Baldini: «La filiera corta di qualità direttamente dal consumatore»

Una full immersion di tre giorni per conoscere, assaggiare e acquistare le eccellenze del patrimonio enogastronomico toscano e italiano. Al via Enogastronomica 2019 – dal 6 all’8 dicembre alla Fortezza da Basso di Firenze – che vedrà la partecipazione di venti aziende agricole fiorentine e toscane della Cia Agricoltori Italiani Toscana Centro.

Nel rispetto della tradizione e la ricerca di un nuovo incontro di colture, esperienze e persone, l’edizione 2019 segna il passaggio da una cadenza biennale a una annuale proprio per rafforzare e sottolineare l’esigenza di un rapporto più stretto e duraturo tra il territorio, i suoi protagonisti e le sue eccellenze.

— PUBBLICITÀ —

«Enogastronomica – sottolinea Lapo Baldini, direttore Cia Toscana Centro – rappresenta una grande vetrina per le nostre aziende agricole che per tre giorni proporranno le migliori produzioni tipiche della campagna fiorentina e toscana, l’eccellenza del paniere da filiera corta direttamente al consumatore. Dai vini alle nuove produzioni degli oli extravergine d’oliva, ma anche birre artigianali, ma anche prodotti da forno, legumi e confetture. Insomma un evento importante per rafforzare il rapporto fra consumatori e produttori nel segno della qualità e della buona agricoltura».

L’ingresso a Enogastronomica è a prezzo ridotto di 8 euro per i soci Cia e di 6 euro per i pensionati iscritti ad ANP.
Rivolgendosi a un pubblico sempre più attento ed affamato di conoscenza, Enogastronomica 2019 intende raccontare a livello nazionale il territorio toscano e le sue risorse agroalimentari.

La manifestazione si conferma come cassa di risonanza di quanto di buono e di bello viene prodotto in Toscana, al punto che ai professionisti della ristorazione coinvolti – chef, ma anche pizzaioli di fama – viene chiesto di utilizzare materie prime del territorio unendo le diverse anime della cucina sotto le insegna della Toscana come terra del gusto.