Il presidente della Cia Toscana Centro dopo l’ultima rapina – di una lunga serie – ai danni di un vivaista pistoiese è intervenuto sugli organi di stampa locali.

“L’episodio di via dei Bonechi è il segnale che il livello di tensione e frustrazione tra i vivaisti, costantemente nel mirino dei ladri, è sempre più alto. La prima cosa che ho pensato a caldo quando ho saputo cos’era successo – ha dichiarato Orlandini – è che purtroppo si è venuta a creare una situazione da far west. Il fatto che un imprenditore si sia trovato ad andare nel proprio vivaio con un pistola è indicativo del livello di esasperazione raggiunto da chi opera nel settore. Nell’ultimo anno i furti non solo di piante, ma anche di mezzi si sono susseguiti continuamente. Ma dal lavoro delle forze dell’ordine – conclude Sandro Orlandini – sta finalmente emergendo qualcosa di concreto grazie ad alcuni interventi andati a segno”.


Tratto da Dimensione Agricoltura n. 4/2019

— PUBBLICITÀ —