La presidente Landi: «Fatti che devono far riflettere sull’importanza di preservare la memoria di un passato che possiamo e dobbiamo raccontare a voce»

«L’Associazione nazionale pensionati della Cia Toscana Nord esprime la sua solidarietà alla senatrice Liliana Segre, alla quale si sente vicina umanamente e politicamente». A dirlo è la presidente dell’Anp Toscana Nord, Giovanna Landi, commentando i recenti attacchi alla senatrice Liliana Segre.

«Quanto è accaduto – prosegue Giovanna Landi – deve farci riflettere profondamente: stiamo vivendo in un tempo in cui la memoria rischia di essere qualcosa di ingombrante, perché rea di ricordare errori che hanno profondamente segnato il nostro passato. Viviamo in un tempo in cui si sta diffondendo un’insensata voglia di ‘odiare’, di insultare, di rinnegare valori che, finora, abbiamo dato per consolidati. Questo è accaduto alla senatrice Segre, ma accade, purtroppo, ogni giorno, a tutti i livelli. La nostra fortuna, però, è che viviamo anche in un tempo in cui abbiamo ancora la possibilità di ascoltare dalla viva voce di chi quei tempi e quei fatti li ha vissuti in prima persona. Come Anp Toscana Nord contiamo oltre cento iscritti ultracentenari: testimoni di un tempo e di eventi che credevamo poter essere affidati alle sole pagine dei libri di storia. Ma non è così e vi è anche la necessità anche sentir parlare delle lotte che hanno portato a quello che oggi diamo per scontato, ma che così scontato non è, come l’assistenza sanitaria, una pensione adeguata, solo per citare alcuni diritti fondamentali acquisiti al prezzo di dure lotte da parte di quelli che oggi sono i nostri pensionati».

— PUBBLICITÀ —

Per tale ragione, la presidente dell’Anp Toscana Nord ritiene sia di estrema importanza la creazione della Commissione parlamentare per il contrasto ai fenomeni di odio, voluta proprio da Liliana Segre: «In realtà è difficile accettare che vi sia bisogno di una commissione di questo genere – afferma Giovanna Landi – però, constatata la realtà dei fatti, riteniamo che sia indispensabile contrastare questa tendenza così presente e preservare quella memoria di un passato ancora così vicino da poter essere raccontato a voce. Allo stesso modo, riteniamo fondamentale che il grandissimo patrimonio rappresentato dai nostri soci e dalla loro storia sia messo a disposizione di tutti e su questo abbiamo lavorato, ad esempio, con il progetto ‘Mater Tosca’ e lavoreremo, affinché le nuove generazioni possano usufruire del tesoro della loro testimonianza».

Nella foto in alto la senatrice Liliana Segre con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella


Fonte: Cia Toscana Nord

— PUBBLICITÀ —