La Giunta nazionale della Cia ha affrontato le novità emerse per il settore agricolo dalle nuove normative approvate in Parlamento.

20150109_palazzo_montecitorio_roma_cameraSi conferma il giudizio positivo sulle principali norme fiscali contenute nella legge di Stabilità, dalla deduzione del costo del lavoro da imponibile Irap al credito d’imposta per ricerca e innovazione alla semplificazione degli adempimenti Iva. In più, la Giunta della Cia accoglie con soddisfazione le norme contenute nel decreto Milleproroghe che prevedono la proroga di 12 mesi della revisione delle macchine agricole e la proroga di un anno del regime fiscale relativo alle energie da fonti rinnovabili agroforestali e fotovoltaiche.

Quanto al Jobs Act, in relazione ai primi due decreti attuativi, si esprime un prima valutazione positiva in ordine al mantenimento – per quanto riguarda il settore agricolo – degli specifici regimi in materia di contratti a termine e ammortizzatori sociali.

Resta aperta la questione critica relativa alle risorse dei Patronati, con il netto contenimento (ma non l’estinzione) del taglio al fondo Patronati, che passa a 35 milioni di euro dai 150 iniziali.


Fonte: Cia.it