RACCONTI INTORNO AL CAMINO – Prende il via oggi la rassegna video di Anp Toscana, l’associazione dei pensionati Cia. Un percorso “a’ i’ canto di’ foco”, tra i racconti, le testimonianze, le ricette dalle aree rurali della nostra regione. I video verranno pubblicati sul canale video della Cia Toscana.

Ecco come ci presenta il progetto Enrico Vacirca, presidente regionale dell’Anp Cia Toscana:

«Come Associazione di Pensionati della Toscana provenienti, per la maggior parte dal mondo agricolo, la socialità era ed è un fatto importante del nostro lavoro, della nostra vita, del nostro appartenere al mondo rurale e lo viviamo ancora con le nostre feste, le nostre cene, le nostre gite, i nostri momenti di convivialità. Non disdegniamo però di farlo anche con i mezzi moderni che la tecnologia della comunicazione ci mette a disposizione, come i cosiddetti “social”.

Questi li utilizzeremo per dare una continuità a quanto iniziato con l’opuscolo “La cucina degli avanzi”, postando, come si usa dire in questi casi, video di ricette, memorie dei nostri associati relativi alla cucina che non spreca, che utilizza avanzi e scarti, la cucina che non butta via niente ed utilizza anche tutti quei prodotti che ha a portata di mano, come quelli dell’orto, una cucina che potremmo chiamarla “di prossimità”.

In questa nostra “raccolta di testimonianze”, iniziamo con le zuppe e con le minestre di pane dove gli ingredienti sono quelli semplici, di uso quotidiano che ogni famiglia colonica, mezzadrile o contadina aveva a portata di mano ovvero il pane raffermo e le verdure dell’orto. Ogni singola ricetta dello stesso piatto, non è “la solita zuppa” ha il suo sapore e la sua storia. Noi ne abbiamo raccolte e pubblicate lo stretto necessario. Il pane è l’ingrediente principe di queste prime ricette sulle zuppe, nelle sue differenze territoriali, ma sempre “toscano”. E che dire dell’orto? In uno spazio anche risicato c’era tutto l’indispensabile per la cucina quotidiana e, in alcuni periodi, per la stessa sopravvivenza. Ogni stagione ha le sue verdure fresche o conservate, che vanno ad arricchire, insaporire il pane “avanzato”. Un viaggio dalla panzanella, alla zuppa del frantoiano per finire alla regina delle zuppe di pane toscane ossia la ribollita».

Segui gli aggiornamenti qui: https://www.ciatoscana.eu/raccontiericette

Il canale video: https://www.youtube.com/channel/UCT97nGRt21kDD48J5S2usHw