L’Inps ha finalmente pubblicato le indicazioni necessarie per rendere efficace la proroga del sistema di pensionamento Opzione donna, che da quest’anno interessa anche le lavoratrici nate nel 1960 se autonome e 1961 se dipendenti.

Con l’entrata in vigore delle disposizioni contenute nella Legge di bilancio 2020 possono ottenere la pensione con il sistema Opzione donna, le lavoratrici con almeno 35 anni di contributi e 58 anni di età al 31 dicembre 2019 se dipendenti; stessi contributi ma età di 59 anni i requisiti previsti per le lavoratrici autonome.

Ai predetti requisiti non si applicano i criteri per l’adeguamento alla speranza di vita ma che in realtà sono stati assorbiti nel requisito dell’età anagrafica che è stato innalzato di un anno rispetto al passato. L’effettivo pensionamento avverrà dopo 12 mesi per le dipendenti, 18 per le autonome, dalla maturazione dei suddetti requisiti.

L’importo della pensione verrà determinato son il sistema interamente contributivo che non è sempre così penalizzante rispetto al sistema retributivo o misto.

Maggiori informazioni agli uffici del Patronato Inac. Trova quello più vicino a te.