/PISA / Partito il percorso per la nascita di un distretto rurale della Val di Cecina

PISA / Partito il percorso per la nascita di un distretto rurale della Val di Cecina

2019-04-08T16:41:09+02:006 Aprile 2019|Dal territorio|

Prende finalmente corpo la proposta della Cia di Pisa di istituire il Distretto Rurale della Val Di Cecina. Rispondendo all’invito del Direttore Stefano Berti e del Presidente Francesco Elter, si sono ritrovati a Pomarance Sindaci e referenti dei Comuni di tutto il territorio della Val di Cecina, da Volterra a Cecina, le associazioni agricole, quelle del commercio e quelle dell’artigianato, che, alla presenza di Luca Brunelli, Presidente di Cia Toscana e dell’Assessore Regionale Marco Remaschi, hanno dato il loro assenso e la disponibilità ad intraprendere il percorso progettuale che dovrà portare alla costituzione del Distretto Rurale.

Stefano Berti, illustrando la proposta, ha parlato di opportunità da cogliere e della concreta possibilità di istituzionalizzare un ambito dove poter discutere, elaborare e progettare il futuro di questo territorio, armonizzando e integrando le varie esigenze e peculiarità con un arricchimento reciproco non solo dal punto di vista economico.
Significativi gli interventi di approvazione e sostegno da parte dei Sindaci Martignoni di Pomarance, Cerri di Montecatini V.C., Buselli di Volterra e Ceccarelli di Guardistallo, come anche quelli di Bandecchi di CNA e di Enrico Rabazzi, Presidente del Distretto Rurale Toscana Sud.

— PUBBLICITÀ —

Il Presidente Luca Brunelli, complimentandosi per l’iniziativa, si è impegnato a dare tutto il supporto tecnico e politico necessario da parte della Cia Toscana affinchè si raggiungano gli obiettivi prefissati.

L’Assessore Remaschi nelle sue conclusioni ha detto che quella imboccata è la giusta direzione per valorizzare in maniera integrata le enormi potenzialità dei territori rurali, in particolare quelli della Val di Cecina. Da parte sua c’è stata quindi una chiara sollecitazione a passare con decisione alla fase operativa.

Per questo è stata approvata la proposta di Stefano Berti di costituire un gruppo di lavoro composto da soggetti indicati dai singoli portatori di interesse. Questo gruppo dovrà poi essere convocato e dovrà iniziare a comporre il mosaico individuando e incaricando innanzitutto il supporto tecnico che dovrà redigere la progettualità di base tenendo conto delle indicazioni che arriveranno.

Il Presidente Francesco Elter ha concluso auspicando l’allargamento ad altri soggetti da coinvolgere nel percorso, facendo riferimenti espliciti al mondo Accademico, della ricerca e della Scuola, alla Fondazione della Cassa di Risparmio di Volterra, al COSVIG, al mondo Sindacale, alla Cooperazione e all’Associazionismo in genere.

A cura di Cia Pisa


Tratto da Dimensione Agricoltura n. 4/2019

Iscriviti alla Newsletter
di Dimensione Agricoltura

L'email servirà soltanto per l'invio della newsletter periodica.
Consulta la nostra politica della privacy
.
ISCRIVITI!
close-link

Pin It on Pinterest

X