Il 17 ottobre tante iniziative in webinar al posto della consueta festa per le restrizioni Covid

Il tradizionale appuntamento dell’Anp Cia delle regioni del Centro Italia si svolgerà con iniziative regionali e territoriali in webinar, sabato 17 ottobre, nelle modalità e nel rispetto delle regole imposte dall’emergenza Covid, che proprio in questi giorni conosce un preoccupante rialzo dei contagi.


GUARDA IL PROGRAMMA ANP CIA TOSCANA: https://www.ciatoscana.eu/home/a-tavola-con-lanp-sabato-17-ottobre-2020-evento-in-streaming-per-la-ix-festa-interregionale/


Quest’anno, infatti, inevitabilmente non si può parlare di festa ma di incontro, mantenendo comunque il suo significato prioritario, ovvero un appuntamento consueto di impegno sindacale e di socialità, oggi però tenuto in maniera virtuale con collegamenti web.

Un’occasione utile per sollecitare nuovamente politica e governo, proprio nella fase di composizione della legge di Bilancio 2021, rilanciando le rivendicazioni di Anp Cia su: aumento delle pensioni minime, potenziamento della sanità e dei servizi socio-sanitari nelle aree rurali, sistema di indicizzazione delle pensioni, riduzione della tassazione, istituzione della pensione di garanzia per i giovani agricoltori e non, riconoscimento dell’Ape sociale per gli agricoltori.

«Ringraziamo le organizzazioni regionali e i dirigenti Anp e Cia di Marche, Toscana, Abruzzo, Molise, Umbria, Lazio, Sardegna – afferma il presidente dell’Associazione, Alessandro Del Carlo– che hanno voluto mantenere questo appuntamento. Le modalità con le quali si terrà sono il segno della volontà di non interrompere il nostro impegno nel portare avanti i contenuti della piattaforma Anp, ma al tempo stesso di confermare e ribadire il messaggio di massima precauzione nei comportamenti individuali e prudenza nei rapporti sociali».

«La sospensione e il rinvio di alcune iniziative nazionali e territoriali, assieme a quelle assai numerose svolte in videoconferenza negli ultimi mesi – continua Del Carlo – hanno avuto il significato di mantenere il rapporto con gli associati in un momento difficile senza perdere di vista le tematiche e le rivendicazioni per la tutela dei pensionati, anzi intensificando l’azione nei confronti delle istituzioni, evitando però gli spostamenti e assembramenti in fase di emergenza».

L’Anp ribadisce, con l’occasione, l’impegno a sostenere la campagna di vaccinazione antinfluenzale massiva, così come indicato dalle autorità sanitarie, per alzare la soglia di protezione sanitaria, soprattutto riguardo alle persone anziane particolarmente fragili.