/Aperto il bando del Psr sui gruppi operativi per l’innovazione. Scadenza 31 gennaio 2018

Aperto il bando del Psr sui gruppi operativi per l’innovazione. Scadenza 31 gennaio 2018

2018-01-15T09:04:37+01:004 Gennaio 2018|Opportunità|

Un pacchetto di misure promuove la cooperazione tra imprese e la ricerca per l’innovazione in agricoltura

4 gennaio 2018 – I percorsi di innovazione per l’agricoltura toscana sono sostenuti dal nuovo PSR 2014-2020 attraverso una serie di misure che possono operare in sinergia tra loro.

Il bando Gruppi Operativi (GO) approvato dalla Regione Toscana, promuove la cooperazione per la realizzazione di progetti pilota di innovazione, attraverso la misura 16.2, accompagnando il progetto con altre azioni, finanziate dalla misura 1 del PSR, che riguardano:

  • Attività di formazione – Sottomisura 1.1
  • Attività di informazione e comunicazione – Sottomisura 1.2
  • Visite guidate – Sottomisura 1.3

I “gruppi operativi” ed i percorsi di innovazione promossi dal pacchetto GO, entreranno a far parte del “PEI – Partenariato Europeo per l’Innovazione”, la Rete europea dell’innovazione prevista dal regolamento UE sullo sviluppo rurale, al fine di mettere in rete ed in condivisione le esperienze di innovazione realizzate all’interno dell’Unione.

Ma entriamo nel merito del bando del pacchetto GO, descrivendo di seguito i principali aspetti del bando.

Risorse e finanziamento dei progetti. Il bando prevede una dotazione finanziaria di euro 7.570.000. Ciascun progetto può ricevere un contributo compreso tra 69.000 e 328.000 euro. Il tasso di contributo previsto va dall’80% di alcune attività (corsi di formazione di breve e media durata, coaching, visite aziendali) al 90% previsto per le attività della misura 16.2, fino al 100% per azioni di informazione e workshop.

Soggetti beneficiari. Le categorie di soggetti ammessi a presentare domanda di aiuto sono: le imprese agricole e forestali; le PMI e gli operatori commerciali; i soggetti di diritto pubblico; i soggetti operanti nella produzione di ricerca e trasferimento di innovazione; le ONG (Organizzazioni Non Governative) e le associazioni con finalità coerenti con il bando; le organizzazioni dei produttori e di rappresentanza, altre forme di aggregazione tra le imprese; i soggetti operanti nella divulgazione e informazione, i consulenti e gli organismi di consulenza; le agenzie formative accreditate, in particolare per la sottomisura 1.1. Per accedere al bando il partenariato deve essere composto da almeno cinque partner, tra cui due imprese agricole ed un soggetto della ricerca e trasferimento dell’innovazione. Il progetto deve obbligatoriamente attivare la misura 16.2 e la sottomisura 1.2, relativa alle attività di informazione e comunicazione.

Attività ammesse a finanziamento e realizzazione del progetto. Come sopra accennato, sono ammissibili a finanziamento, nell’ambito dei progetti:

  1. Gli interventi finalizzati alla promozione ed al trasferimento dell’innovazione (Misura 16.2).
  2. Le connesse attività di formazione (corsi, workshop e coaching – Sottomisura 1.1).
  3. Le attività animazione e informazione sul territorio (convegni, seminari, incontri, attività di comunicazione – Misura 1.2).
  4. Visite guidate nell’ambito del territorio europeo (Sottomisura 1.3).

Le proposte progettuali dovranno fare riferimento ad una delle 18 tematiche individuate dal bando. La scadenza per la presentazione dei progetti è fissata al 31 gennaio 2018. I progetti finanziati dovranno essere realizzati in un periodo di tempo di 32 mesi. (m.f.)

Iscriviti alla Newsletter
di Dimensione Agricoltura

L'email servirà soltanto per l'invio della newsletter periodica.
Consulta la nostra politica della privacy
.
ISCRIVITI!
close-link

Pin It on Pinterest

X