Parte la “fase 2” progetto con iniziative di sensibilizzazione e informazione per supportare cittadini e aziende delle zone interne ad accedere ad aiuti e bonus

«Grazie ad ASeS nelle prossime settimane ci saranno nuove opportunità per l’agricoltura toscana». A sottolinearlo è Luca Brunelli, presidente di Cia Toscana in riferimento al progetto #lanaturanonsiferma promosso da ASeS.

Nato durante il lockdown, il progetto in una prima fase ha previsto la distribuzione di dispositivi di protezione individuale ai lavoratori della filiera agricola e donazione di alimenti ai banchi alimentari.

In occasione dell’iniziativa che si è svolta a Roma – “L’agricoltura al centro del rilancio economico e sociale” – si è avviata una nuova fase del progetto che prevede numerosi eventi all’aperto di informazione e di sensibilizzazione ai vari sussidi e aiuti previsti dai recenti decreti governativi.

“Il Governo ha messo in campo diversi decreti, per promuovere la ripartenza del sistema economico -ha spiegato, la presidente di ASeS, Cinzia Pagni – ma è subito emerso che l’accesso a tali aiuti è spesso complicato e difficile, soprattutto per chi non ha totale padronanza dei nuovi sistemi telematici. Abbiamo perciò ritenuto doveroso supportare chi abita nelle aree rurali per accedere ai benefici previsti. Con questo obiettivo, abbiamo lanciato la seconda fase del progetto #lanaturanonsiferma, grazie alla collaborazione di Enea e di Enel, nelle aree interne rurali di tutto il Paese, per sostenere in particolare cittadini e micro imprese agricole in condizioni di fragilità economica, sociale e geografica. Una scelta di responsabilità per dare un aiuto concreto a ripartire”.

Gli incontri si svolgeranno su tutto il territorio regionale, con particolare attenzione alle aree più interne che maggiormente hanno sofferto e soffrono un isolamento anche istituzionale. “Le nostri sedi Cia sono importanti presidi sul tutto il territorio regionale, capaci di fornire servizi ad agricoltori e cittadini-ha affermato il Presidente Brunelli- con il contributo di ASeS e del suo progetto sarà l’occasione per ribadire questo loro importante ruolo” ha concluso Brunelli.

Durante gli incontri a cui parteciperanno vari esperti saranno distribuiti vademecum agevoli come ad esempio la guida alle nuove detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica oltre a kit sanitari anti-Covid. “Come Cia regionale, ringraziamo ASeS per aver selezionato la Toscana come territorio di partenza per questa nuova fase progettuale” ha commentato il direttore Giordano Pascucci, che ha aggiunto invitiamo quindi gli interessati a rivolgersi alle nostre sedi per sapere quando sarà organizzato l’incontro più vicino.

Cia Toscana – Comunicato stampa