/Danni da predazione. Aperto il bando per l’annualità 2018

Danni da predazione. Aperto il bando per l’annualità 2018

2019-03-26T09:02:24+02:0012 Marzo 2019|Opportunità|

Con il decreto dirigenziale 3086 del 7 marzo 2019, è stato pubblicato il bando riguardante il riconoscimento alle aziende zootecniche dei danni da predazione provocati da lupo nel corso dell’annualità 2018.

Potranno presentare la richiesta di indennizzo tutti gli imprenditori agricoli, purché muniti di partita Iva e che detengono un allevamento zootecnico, ovino, caprino, bovino, suino, equino e asinino le cui Unità di produzione zootecnica (Upz) ricadono nel territorio regionale toscano, a patto che risultino classificate come Pmi attive nella produzione agricola primaria.

Il sostegno verrà riconosciuto in relazione al numero dei capi, l’intensità dell’aiuto sarà pari al 100% di costi ammissibili relativi ai danni diretti (animali uccisi/abbattuti a seguito delle ferite riportate) e dell’80% per quanto riguarda quelli indiretti (costi veterinari, trattamento di animali feriti, ecc.); dall’importo calcolato verranno detratti i costi non sostenuti a causa dell’evento predatorio e/o i rimborsi assicurativi.

— PUBBLICITÀ —

L’indennizzo potrà essere richiesto dagli gli allevatori vittime di eventi predatori compresi nel periodo dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018, a patto che sia stata adottata almeno una misura di prevenzione a tutela del bestiame allevato (cani da guardiania e/o recinzioni di sicurezza), che abbia richiesto tempestivamente (entro 24 ore dall’evento o dalla scoperta degli effetti dello stesso) l’intervento del servizio veterinario per l’ottenimento della relativa certificazione e comunicato nelle 24 ore successive all’ufficio territoriale l’attacco predatorio, unitamente alla documentazione fotografica comprovante la messa in atto delle misure preventive.

Le istanze potranno essere presentate nel sistema informativo di Artea fino al 31 marzo prossimo. Per la formazione della graduatoria verrà data precedenza alla data dell’evento predatorio subito, nel caso di episodi occorsi nel medesimo giorno, la priorità sarà determinata in virtù dei seguenti criteri:

  1. IAP giovani (età anagrafica inferiore a 40 anni);
  2. IAP in zone montane e svantaggiate;
  3. Altri IAP;
  4. Imprenditori agricoli ai sensi dell’art.2135 del codice civile.

Per l’attivazione del presente bando sono stati stanziati 500.000 euro, tuttavia qualora si verificasse l’impossibilità di finanziare le domande ritenute ammissibili, le stesse potranno essere eventualmente liquidate nell’anno successivo. (f.sa.)

Maggiori informazioni e domande presso gli uffici Cia.

Iscriviti alla Newsletter
di Dimensione Agricoltura

L'email servirà soltanto per l'invio della newsletter periodica.
Consulta la nostra politica della privacy
.
ISCRIVITI!
close-link

Pin It on Pinterest

X