Aumento costi produzione del 50%: a rischio florovivaismo e ortofrutta della Toscana. Decreto legge sul clima ancora allo studio, circolano ipotesi. Colloquiamo con governo

Il governo scongiuri il rischio eliminazione sgravi fiscali concessi al mondo agricolo per l’acquisto del gasolio agevolato. Cia-Agricoltori Italiani Toscana esprime così la sua forte preoccupazione alla circolazione delle ipotesi di decreto legge sul clima che potrebbe prevedere tra le altre azioni, anche lo stop agli incentivi per i carburanti agricoli. Cia è a colloquio con il governo (Mipaaf e Ambiente) per correggere il tiro.

Lo stop agli sgravi fiscali avrebbe ripercussioni pesanti per le serre e per l’intera produzione florovivaistica e ortofrutticola della Toscana, oltre a tutte le altre produzioni che richiedono l’utilizzo di gasolio agricolo, andando ad incidere sui costi di produzione delle aziende agricole.

— PUBBLICITÀ —

L’ipotesi, spiega Cia, inciderebbe pesantemente fino al 50% sulla spesa per le operazioni in campagna con costi inaccettabili che arriverebbero a sfiorare il miliardo di euro a livello nazionale. Per questo – interviene Cia – stiamo sollecitando il governo perché si eviti questa grave stangata sul reddito agricolo.

Allo stesso tempo – conclude Cia – chiediamo un intervento importante sul tema ricambio mezzi agricoli con la diffusione e il passaggio a macchine alternative e più tecnologiche.

Cia Toscana – Comunicato stampa