/Ecco il bando Isi Inail 2017 per la sicurezza e salute sul lavoro. Domande entro il 31 maggio 2018

Ecco il bando Isi Inail 2017 per la sicurezza e salute sul lavoro. Domande entro il 31 maggio 2018

2018-05-22T11:41:24+02:004 Maggio 2018|Opportunità|

L’asse 5, dedicato all’agricoltura, prevede l’acquisto di trattori, macchine agricole e forestali

di Francesco Sassoli


Migliorare i livelli di sicurezza e salute sul lavoro, questo è quanto si prefigge il nuovo bando Isi Inail, in corso di attuazione e che rimarrà aperto fino elle ore 18 del 31 maggio prossimo.

— PUBBLICITÀ —

Le azioni previste dal bando si articolano in cinque assi, uno di questi, il quinto, destinato esclusivamente alle micro e piccole imprese del settore agricolo. Per quanto concerne la Toscana le risorse destinate a questa fattispecie ammontano in totale a 1.810.950 euro, ripartiti in due sotto assi, il primo – asse 5.1 – destinato a tutte le imprese operanti nel settore della produzione primaria, per un importo di 1.592.971 euro, ed il secondo – asse 5.2 – con una dotazione di 217.979 euro, riservato ai giovani agricoltori (non superiori a quaranta anni di età).

Potranno accedere al bando tutte le imprese iscritte alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, che risultino in regola con il pagamento dei contributi e che non abbiamo percepito aiuto dal bando ISI 2016. I beneficiari potranno inoltre accedere al bando sia in forma singola che associata, e potranno presentare una sola domanda di finanziamento in un’unica Regione, per una sola tipologia di progetto e per una sola unità produttiva.

Il contributo, concesso in conto capitale, ammonterà al 40% delle spese sostenute, per la generalità delle imprese (asse 5.1), mentre per i giovani agricoltori (asse 5.2) sarà elevato al 50%; il finanziamento massimo erogabile è fissato a 60.000 euro, mentre quello minino a 1.000 euro.

Sono ammissibili le spese di acquisto o di noleggio con patto di acquisto, di trattori e/o macchine agricole o forestali, oltre che alle spese tecniche riferite alla redazione della perizia necessaria per la presentazione dell’istanza.

I beni previsti nel progetto non dovranno essere usati, potranno essere al massimo due e rispettare la seguente composizione:

  • 1 trattore agricolo o forestale e 1 macchina agricola o forestale dotata o meno di motore proprio;
  • 1 macchina agricola o forestale dotata di motore proprio e 1 macchina agricola o forestale non dotata di motore proprio;
  • 2 macchine agricole o forestali non dotate di motore proprio.

Per talune imprese agricole ricadenti nelle specifiche previste dai dispositivi di attuazione dell’annuncio possono essere previsti anche i benefici contenuti nell’asse 3 e riguardanti lo smaltimento di materiali contenenti amianto. Per questa categoria occorre una verifica puntuale.

La presentazione delle istanze è prevista in tre distinte fasi: la prima – “inserimento del progetto” -che durerà fino alle ore 18.00 del giorno 30 maggio, la seconda – che riguarderà solo le imprese che avranno raggiunto la soglia minima di ammissibilità – partirà dal 7 di giugno e servirà per ottenere il codice identificativo della domanda, la terza – “click day” – consisterà nell’invio della domanda di ammissione (utilizzando il codice identificativo).

Le date e gli orari riguardanti l’apertura dello sportello informatico per l’invio delle domande, saranno pubblicati sil sito www.inail.it a partire dal 7 giugno.

Maggiori informazioni presso gli uffici territoriali della Confederazione.


Allegati:


Tratto da Dimensione Agricoltura n. 5/2018

Iscriviti alla Newsletter
di Dimensione Agricoltura

L'email servirà soltanto per l'invio della newsletter periodica.
Consulta la nostra politica della privacy
.
ISCRIVITI!
close-link

Pin It on Pinterest

X