Il contadino più famoso della tv porta i colori di Cia Etruria ed indossa orgogliosamente il cappellino verde davanti alle telecamere. Filippo Minnozzi ha 31 anni, bell’aspetto e una grande passione per il suo lavoro di allevatore e produttore che svolge presso l’azienda agricola di suo padre Stefano Minnozzi.

Nelle campagne di Rosignano Marittimo la sua famiglia gestisce anche l’agriturismo-macelleria “Porca Vacca” e la cantina “Chicco d’uva”, di cui è titolare lo stesso Filippo. Impegno, dedizione e desiderio di far conoscere la propria realtà anche oltre i confini geografici toscani hanno convinto Filippo ad accettare la proposta di partecipare al reality “Il contadino cerca moglie”, attualmente in onda su canale NOVE.

“Dopo aver notato il mio profilo Instagram – racconta – la produzione mi ha chiesto di far parte della nuova edizione del programma. Inizialmente ero un po’ scettico poi però ho pensato che in fondo questa poteva essere l’occasione per mettermi in gioco e presentare una realtà come la nostra in cui è possibile trovare dalla carne Chianina, all’olio, dal vino ai cereali estivi e invernali. Tutti prodotti acquistabili presso il nostro punto vendita”. Un profilo, dunque, non particolarmente comune sia per la versatilità produttiva dell’azienda, sia per il contagioso entusiasmo con cui un ragazzo, poco più che trentenne, racconta le sue giornate fatte di animali, trattori, terra.

“Il mio lavoro consiste nel portare i nostri prodotti al punto vendita e alla macelleria – spiega – e quando facciamo ristorazione do una mano ai miei genitori e a mia sorella Jessica”.

Filippo ha giocato molti anni a calcio ma in cuor suo non ha mai avuto dubbi sul proprio futuro. “Se non fossi mosso da una così grande passione probabilmente sarebbe dura- dice- mi è capitato di tornare quasi all’alba dalla discoteca, cambiarmi e precipitarmi nella stalla. Questa azienda agricola è stata creata dai miei bisnonni e fa parte del mio DNA sebbene- conclude- sia un periodo molto complicato per la Chianina che non è certo paragonabile alle altre razze, tanto che trovo sia impensabile venderla allo stesso prezzo”.

La trasmissione tv di cui Filippo Minnozzi è protagonista si concluderà il 18 dicembre.


Tratto da Dimensione Agricoltura n. 12/2023