/Giovani: Agia-Cia, puntare su sistema integrato scuola-lavoro e innovazione in aree interne

Giovani: Agia-Cia, puntare su sistema integrato scuola-lavoro e innovazione in aree interne

2018-11-07T16:39:17+00:007 novembre 2018|Agia, Cia nazionale, Dimensione Agricoltura|

L’Assemblea nazionale dell’Associazione nell’ambito di EIMA 2018

Per fare impresa agricola c’è bisogno di un sistema integrato che parta dalla scuola e arrivi sui campi, passando per ricerca e innovazione. Questo il messaggio lanciato dall’Assemblea nazionale di Agia, l’Associazione giovani imprenditori agricoli di Cia, in occasione di EIMA 2018, l’appuntamento bolognese con l’Esposizione Internazionale di Macchine per l’agricoltura.

Negli ultimi 4 anni le aziende gestite da giovani agricoltori sono aumentate del 12% superando oltre le 50 mila unità a metà 2018. L’Italia, da un’analisi dell’Ufficio Studi Cia, è sotto la media europea (5,1% contro 6,5%) eppure la nuova generazione fattura più di quanto si riesca a fare a livello di Ue (73 mila euro rispetto ai 45 mila). Un potenziale importante dal punto di vista economico e ancora di più un incubatore reale di conoscenza e creatività, in grado di accelerare lo sviluppo del settore agricolo in chiave sostenibile e resiliente.

Secondo Agia-Cia, però, il processo in atto può contare oggi su due asset strategici che stanno già dando segnali positivi in ambito agricolo, grazie alla condivisione di know-how e saper fare tra mondo delle imprese e istruzione. L’alternanza scuola-lavoro, che con la nuova legge di Bilancio si tramuterà in “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”, è uno di questi. Pur con inevitabili adeguamenti, rappresenta per Agia-Cia lo strumento ideale, europeo, che meglio avvicina gli istituti tecnici, nel caso specifico agrari, ad esperienze dirette in azienda. Sono oltre 130 mila le imprese che nell’anno scolastico 2016-2017 hanno aderito a progetti di alternanza (i 2/3 del totale che comprende anche gli Enti Pubblici). Tremila maturandi, nell’ultimo triennio delle superiori (anno scolastico 2017-2018), hanno svolto almeno il 75% delle ore di alternanza previste, negli istituti tecnici circa 8 studenti su 10.

In questo senso, Agia-Cia da anni porta avanti progetti di collaborazione con la Rete degli Istituti Agrari Senza Frontiere, agevolando l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro agricolo, il superamento del gap domanda-offerta, contribuendo soprattutto alla promozione di una rete di interscambio che sia occasione di formazione qualificata e networking.

Asset altrettanto cruciale l’attitudine dei giovani alla sperimentazionesulla quale puntare per superare lo stallo negli investimenti in innovazione che in agricoltura, in Italia, sono ancora fermi ad appena lo 0,02% del PIL. Nelle aziende di Agia-Cia, infatti, brand specializzati interagiscono già con giovani realtà agricole per testare, da Nord a Sud d’Italia, nuove tecnologie e macchinari: dalla “scatola nera” per i trattori ai sensori in campo per il monitoraggio dei terreni in base ai cambiamenti climatici.

“La sfida che lanciamo ora, come obiettivo 2020 -ha commentato in Assemblea il presidente nazionale Agia-Cia, Stefano Francia– è portare innovazione nelle aree interne. Per questo come Agia-Cia apriamo le porte delle nostre aziende alla ricerca, in particolar modo in quelle aree più disagiate e isolate, ma anche estremamente sensibili e ambiziose”.

“Territorio, infrastrutture, innovazione -ha aggiunto il presidente nazionale, Dino Scanavino- saranno anche i temi al centro della grande Assemblea di Cia nazionale che si terrà il 29 novembre a Roma. Sono le nostre priorità, quelle degli Agricoltori Italiani, per sollecitare e condividere con le istituzioni il disegno del Paese che vogliamo, ancor più dopo i gravi episodi di devastazione che stanno ferendo in queste settimane l’Italia”.

Nell’ambito dell’Assemblea sono stati eletti vicepresidente Rosita Mastrota e Luca Trivellato, che vanno ad aggiungersi a Rudy Marranchelli.


Fonte: Cia nazionale

Iscriviti alla Newsletter
di Dimensione Agricoltura

L'email servirà soltanto per l'invio della newsletter periodica.
Consulta la nostra politica della privacy
.
ISCRIVITI!
close-link

Pin It on Pinterest

X