/Imu, siamo ai saluti: il 16 dicembre l’ultima rata

Imu, siamo ai saluti: il 16 dicembre l’ultima rata

2016-10-12T15:23:58+00:0027 Novembre 2015|Fisco, lavoro e impresa, Imu|

Nella Legge di Stabilità, approvata dal Senato ed ora in discussione alla Camera, è contenuta l’esenzione totale dal pagamento dell’Imu sui terreni agricoli per i Coltivatori Diretti e gli Imprenditori Agricoli Professionali.

20150204_ciatoscana_mobilitazioneUna tassa iniqua contro la quale la Cia si è battuta in quest’ultimo anno. È doveroso ricordare che entro il 16 dicembre andrà corrisposta l’ultima rata di questa imposta, riferita agli ultimi sei mesi dell’anno corrente (la metà ancora da pagare).

L’importo dovuto viene calcolato in base alla tariffa del reddito dominicale al 1° gennaio 2015, rivalutata del 25% e moltiplicata per 75 se il terreno è di proprietà di un Coltivatore Diretto o Imprenditore Agricolo Professionale, altrimenti si moltiplica per 135.

Vi sono però diversi casi di esenzione o riduzione di cui è necessario tener conto. Saranno esenti:

  • I terreni montani (secondo la classificazione ISTAT) e le isole minori;
  • I terreni riconosciuti come “parzialmente montani” e posseduti da Coltivatori Diretti e Imprenditori Agricoli Professionali.

Mentre è prevista una detrazione d’imposta pari a 200 euro per quei terreni che in base alle precedenti regole risultavano esenti da IMU, poiché classificati come montani dall’ISTAT, e adesso non lo sono più. (r.m.)

Iscriviti alla Newsletter
di Dimensione Agricoltura

L'email servirà soltanto per l'invio della newsletter periodica.
Consulta la nostra politica della privacy
.
ISCRIVITI!
close-link

Pin It on Pinterest

X
Cia Toscana

GRATIS
VIEW