A Firenze tavoli di discussione con Cia Agricoltori Italiani di Toscana, Emilia Romagna e Umbria. Il direttore Cia Siena Roberto Bartolini a Il Paese che Vogliamo. Infrastrutture: nodi aperti la banda larga e la gestione delle risorse irrigue

«L’abolizione delle Province rimane un grave problema irrisolto da parte della politica creando un grave danno economico e sociale per le aziende agricole. Non c’è stato chi ha sopperito alle mancanze che si sono verificate con la ‘smobilitazione’ delle amministrazioni provinciali, su tutte la gestione del territorio, delle infrastrutture, delle strade e viabilità nelle aree rurali». A sottolinearlo il direttore di Cia Siena Roberto Bartolini, intervenendo oggi a Firenze, in occasione del roadshow Il Paese che vogliamo, di Cia Agricoltori Italiani, che ha visto rappresentanti della Cia nazionale, delle Cia Toscana, Emilia Romagna e Umbria, mondo accademico e della ricerca, enti ed esperti del settore.

L’obiettivo del roadshow è quello di attivare un confronto costruttivo a più voci che vada al di là degli obiettivi formali. Occorre, infatti, approfondire e dettagliare “Il Paese che vogliamo” con specifiche azioni di messa in sicurezza delle aree interne e più a rischio d’Italia, programmandone anche il futuro.

— PUBBLICITÀ —

Nel tavolo tematico in cui è intervenuto Bartolini si è parlato di infrastrutture con particolare riferimento alle sinergie che il sistema infrastrutturale è in grado di attivare in ambito territoriale.  «Altro tema importante è quello della banda larga – ha aggiunto Bartolini -, fondamentale per le aziende agricole nelle aree rurali, sia per la vendita online delle produzioni agricole, sia per le pratiche burocratiche da sbrigare con gli enti pubblici; oltre che per garantire una geolocalizzazione degli agriturismi o semplicemente per un’autoambulanza che deve raggiungere un podere in aperta campagna». Fra i molti temi emersi, inoltre, quello della gestione dei laghetti ad uso irriguo ed il controllo delle acque piovane: «Una raccolta a monte delle acque – aggiunge Bartolini – non provocherebbe gli allagamenti su strade come avvenuto in questi giorni in provincia di Siena, oltre alle frane e smottamenti che tanti danni a strutture e viabilità stanno provocando».

l tema delle infrastrutture, oltre al governo del territorio; filiere produttive legate al territorio; gestione della fauna selvatica; enti locali e politiche europee, saranno discussi alla tavola rotonda de “Il Paese che Vogliamo” della Cia Agricoltori Italiani, in programma il 27 novembre a Firenze.


Fonte: Cia Siena