Questa mattina il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, ha incontrato le sigle sindacali della Funzione pubblica. Un incontro durato tre ore, in un clima di fruttuosa collaborazione, nel corso del quale sono stati approfonditi i temi legati agli indirizzi politici, le criticità operative e la necessità di operare insieme per dare la giusta importanza al lavoro di tutti, in modo sinergico, partendo dalla centralità economica dell’agricoltura e del settore agroalimentare. Nel corso della riunione è emerso l’impegno di instaurare, tra il Masaf e i sindacati di categoria, un meccanismo sistemico per il raggiungimento di traguardi specifici, inseriti in una visione strategica.

“Sovranità alimentare non significa solo difendere i nostri prodotti ed esportare un modello fatto di qualità, ma investire sull’agricoltura e sulla filiera corta e, in questo modo, sostenere le aree interne e contrastare così il fenomeno dello spopolamento”, ha spiegato Lollobrigida. “Sarà necessario efficientare le risorse umane e pianificare un’organizzazione interna al dicastero. L’obiettivo resta quello di un’utenza soddisfatta, un traguardo da raggiungere senza vincoli ideologici ma partendo da presupposti pragmatici”, ha aggiunto il ministro.