Donne in Campo Cia Toscana, la presidente Monica Bettollini: «Una alimentazione sana e corretta contribuisce a diminuire il rischio di tumori»

Le donne dell’agricoltura toscana scendono in campo per la lotta contro il tumore al seno. Nel mese di ottobre dedicato alla “Campagna Nastro rosa”.

L’associazione Donne In Campo Cia Toscana è a fianco dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta Tumori), e sostiene la campagna di prevenzione diffondendo e divulgando le iniziative che ogni LILT provinciale sta preparando (www.lilt.it), la possibilità di sottoporsi a visite senologiche gratuite presso le associazioni provinciali di LILT e in circa 400 ambulatori attivi su tutto il territorio nazionale prenotandosi al numero verde SOS LILT 800998877.

«E’ stato scientificamente riscontrato – sottolinea Monica Bettollini, presidente Donne in Campo Cia Toscana – che una alimentazione sana e corretta contribuisce a diminuire il rischio di tumori. La nostra associazione di imprenditrici agricole produttrici di cibo e alimenti primari, promuove quindi il consumo a tavola di prodotti genuini e di stagione per garantirne il gusto, provenienti da filiera corta per garantirne l’origine e la corretta coltivazione nel pieno rispetto delle peculiarità del territorio e delle persone che vi lavorano e abitano».

Donne in Campo Toscana suggerisce anche di variare quanto più possibile gli alimenti in modo da apportare all’organismo tutti i nutrienti naturali di cui ha bisogno limitando così il consumo di integratori e medicinali di origine chimica.

Donne in Campo Toscana – Comunicato stampa