RACCONTI INTORNO AL CAMINO – Quarto appuntamento per la rassegna video di Anp Toscana, l’associazione dei pensionati Cia. Un percorso “a’ i’ canto di’ foco”, tra i racconti, le testimonianze, le ricette dalle aree rurali della nostra regione. I video verranno pubblicati sul canale video della Cia Toscana.

La Pappa al/col Pomodoro

La pappa col pomodoro è un piatto “povero” della cucina toscana, nata come maniera per riutilizzare il pane raffermo. Gli ingredienti e la loro semplicità, infatti, testimoniamo la sua origine contadina: pane toscano raffermo, rigorosamente non salato, pomodori, spicchi di aglio, basilico, olio toscano, sale e pepe.

Il nome pappa sembra derivi dal modo che hanno i bambini piccoli di chiamare qualsiasi tipo di pasta, includendo tuttavia anche qualche indicazione sulla sua consistenza molle e cremosa. Allo stesso modo, l’aggiunta di “al o col pomodoro” nel nome della pietanza era il modo più veloce per indicare l’ingrediente più importante dopo il pane raffermo. Questo piatto tipico toscano fu conosciuto in tutta Italia grazie alle pagine del famoso Giorlino di Gian Burrasca dello scrittore fiorentino Vamba nel 1907 e pubblicato nel 1920. Negli anni Sessanta, ebbe una nuova ondata di successo: infatti fu realizzata una versione televisiva del libro diretta da Lina Wertmuller e interpretata da Rita Pavone, la quale cantava la celebre canzone Viva la pappa col pomodoro, scritta da Nino Rota, che ha reso questo piatto uno dei simboli della Toscana.

Quella che presentiamo è la versione della pappa al pomodoro di Maurizio Cartei (detto lo “Chef Salato”) di Prato.


INGREDIENTI (per 4 persone)

  • Pane toscano raffermo non salato 300 g
  • Olio extravergine di oliva 50 g
  • Pomodori pelati 500 g
  • 3 spicchi di aglio
  • 2 mazzetti di basilico fresco
  • Brodo vegetale 500 g
  • Sale e pepe q.b.

Ingredienti per il brodo vegetale: in un tegame pieno di acqua, mettete le verdure. Carota, cipolla, sedano, qualche pomodorino, un ciuffetto di prezzemolo, sale q.b. Fate bollire per circa 40/45 minuti. Filtratelo e usatelo nella cottura della pappa, sempre ben caldo.


Segui gli aggiornamenti qui: https://www.ciatoscana.eu/raccontiericette

Il canale video: https://www.youtube.com/channel/UCT97nGRt21kDD48J5S2usHw