La mancanza di una DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) valida al momento della presentazione della domanda del Reddito di emergenza (REM) ne preclude l’accoglimento. Il chiarimento arriva direttamente dall’Inps.

A quel punto i richiedenti dovranno presentare una nuova domanda di REM (sempre entro il 30 giugno 2020).

La precisazione è importante perché le domande di REM possono essere presentate esclusivamente entro il termine perentorio del 30 giugno 2020.

Se la DSU valida al momento della presentazione della domanda di Rem presenti omissioni e/o difformità, l’Inps si riserva di verificarle prima della valutazione del requisito della soglia ISEE. (Gabriele Carlotti)