Con la Delibera GRT 1134 del 3 agosto 2020 la Regione Toscana ha abolito la quota ticket aggiuntiva sia per le prestazioni specialistiche ambulatoriali che per le prestazioni farmaceutiche rientranti nei Livelli essenziali di assistenza. Sostanzialmente dal 1° settembre 2020 non esistono più le fasce ERA, ERB, ERC, EIA, EIB, EIC.

Dal 1 settembre 2020, i cittadini, salvo i casi di esenzione, per le prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio e delle altre prestazioni specialistiche, saranno tenuti al pagamento del ticket fino all’importo massimo di 38 euro per ricetta.

Sulle richieste, pertanto, non dovrà essere riportata la fascia economica; rimane l’obbligo, di inserire l’eventuale esenzione in possesso dell’assistito, sia essa per patologia, condizione, malattia rara, che per età e reddito (E01, E02, E03, E04, E91, E91 E92 e E93).

Rimangono invece le “storiche” esenzioni per reddito e condizione E01, E02, E03 e E04:

  • a) Cittadini di età inferiore a 6 anni e quelli di età superiore a 65 anni, purché appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a € 36.151,98 annui – codice E01.
  • b) Disoccupati e familiari a carico: con un reddito del nucleo familiare inferiore a € 8.263,31 elevato a € 11.362,05 nel caso di coniuge a carico, più ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico – codice E02.
  • c) Titolari di pensione sociale o percettori di assegno sociale e familiari a carico – codice E03.
  • d) Titolari di pensione minima: di età superiore a 60 anni e familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a € 8.263,31 elevato a €11.362,05 nel caso di coniuge a carico, più ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico – codice E04.

I certificati di esenzione E01 E02 E03 E04 hanno validità fino al 31/3 di ogni anno (quest’anno prorogata al 31 ottobre 2020). Fa eccezione il solo caso di esenzione illimitata per gli ultrasessantacinquenni.

A livello regionale, anche per l’anno 2020, sono previste misure straordinarie di esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria a sostegno dei lavoratori colpiti dalla crisi economica. Le esenzioni E90, E91, E92 si applicano ai lavoratori e familiari a carico residenti in Toscana ed hanno validità sul solo territorio regionale:

  • a. disoccupati – e familiari a carico – che abbiano cessato un lavoro dipendente o autonomo, in possesso di Dichiarazione di immediata disponibilità presentata al Centro per l’Impiego di competenza, con reddito del nucleo familiare fiscale fino a 27.000 euro – codice E90.
  • b. lavoratori collocati in cassa integrazione o in contratto di solidarietà difensivo – e familiari a carico – appartenenti ad un nucleo familiare fiscale con reddito fino a 27.000 euro – codice E91.
  • c. lavoratori in mobilità – e familiari a carico – iscritti nelle liste di mobilità, in possesso della Dichiarazione di immediata disponibilità presentata al Centro per l’Impiego di competenza, appartenenti ad un nucleo familiare fiscale con reddito complessivo fino a 27.000 euro – codice E92.

Per beneficiare delle esenzioni E90, E91 e E92 per l’anno 2020, è necessario fare l’autocertificazione, che ha validità fino al 31 dicembre 2020.

Queste sono le riduzioni del ticket predisposte dalla Regione negli ultimi anni:

  • dal 1° aprile 2019 la Toscana ha abolito il superticket di 10 euro sulla digitalizzazione introdotto nel 2012, in seguito alla Finanziaria del 2011 (DGRT 191/2019);
  • dal 2 marzo 2020 è stato eliminato anche il superticket per gli esami di laboratorio (DGRT 188/2020);
  • dal 1° settembre 2020 sarà abolita la quota aggiuntiva per fascia di reddito (ERA, ERB, ERC, EIA, EIB, EIC) sia per le prestazioni ambulatoriali, che per le prestazioni farmaceutiche (DGRT 1134/2020).

(Gabriele Carlotti, Patronato Inac Lucca)