Jessica Pasquini, sindaca di Suvereto (Li) (a sinistra nella foto), e  Monja Salvadori, assessora alle attività produttive e all’agricoltura del Comune di Montepulciano (Si),  nominate coordinatrice e vice-coordinatrice

«Sono contenta che siano due donne alla guida di una realtà così importante e rappresentativa come le ‘Città del vino della Toscana’. È un ticket tutto al femminile che dice quanto, anche nella filiera vitivinicola, il ruolo delle donne appaia oggi sempre più rilevante».

La vicepresidente della Regione  e assessora all’agroalimentare, Stefania Saccardi, saluta così la nomina  di Jessica Pasquini, sindaca di Suvereto (Li), e di Monja Salvadori, assessora alle attività produttive e all’agricoltura del Comune di Montepulciano (Si), a coordinatrice e vice-coordinatrice delle Città del Vino della Toscana.

«Per ottomila anni – prosegue – il vino è stato un ambito quasi solo maschile, ma ormai non è più così e l’immagine del vino del terzo millennio appare decisamente femminilizzata grazie al nuovo ruolo delle donne nella produzione, nel commercio e anche nei consumi. Le donne guidano oggi un terzo delle cantine italiane e il 24 per cento delle imprese commerciali al dettaglio del vino. A livello mondiale poi sono loro a comprare la maggior parte delle bottiglie ed il 40 per cento dei corsisti wine expert. La nomina di Jessica Pasquini e Monja Salvadori  – conclude Saccardi – è quindi una felice conferma di questa tendenza e, esprimendo tutta la mia soddisfazione, faccio i migliori auguri di buon lavoro a loro e a tutto il Coordinamento delle Città del Vino della Toscana».


Fonte: Toscana Notizie